Capacità sociali: quali abilità sviluppare e come farlo

Le capacità sociali sono quelle abilità che consentono di relazionarsi con le persone nel modo migliore.

In questo articolo vorrei parlarti di:

  • come capire quali capacità sociali dovresti sviluppare
  • come sviluppare queste capacità sociali

Come capire le capacità da sviluppare

Ci sono due tipologie di persone che dovrebbero migliorare le loro abilità sociali, queste sono:

  • chi non sa di dover migliorare (ma sbaglia di brutto)
  • chi sa di dover migliorare

Vediamole una alla volta…

Chi non sa di dover migliorare (ma sbaglia di brutto)

Questa è la categoria con meno persone, infatti fanno parte di questa categoria solo coloro che hanno una o più parti del loro agire sociali molto sbilanciate (e quando dico “molto” intendo “proprio di brutto”) ma non se ne rendono minimamente conto.

Sono sicuro che nella tua vita ti sarà capitato di conoscere qualcuno che aveva un comportamento proprio sbagliato.

No, non ti parlo di qualcosa di specifico per un evento o una situazione, quelle sono cose che capitano, ti parlo di un comportamento ripetuto nel tempo.

Può essere ad esempio:

  • la persona che invade sempre lo spazio personale, in altri termini, si avvicina troppo alle persone
  • quello che prende sempre seriamente discorsi che invece sono leggeri e simpatici
  • quello che al contrario scherza spesso su cose serie, non capendo il tono della conversazione
  • quello che, invece di interagire in una conversazione, tenta di monopolizzare il discorso anche se gli altri danno chiari segnali non verbali di scarso interesse

Si potrebbero fare molti altri esempi, ognuno di questi è strano a modo suo. 🙂

Ora il problema quel è?

Che queste persone nel 99% dei casi non sanno di sbagliare.

Se sei interessato a questo articolo è quasi sicuro che tu NON sia una di queste persone, perché sei conscio di voler migliorare le tue capacità, mentre questa tipologia di persone proprio non lo è.

Quindi nei miei discorsi c’è solo una logica conseguenza: potremmo tutti essere questo tipo di persona :-).

C’è solo un modo di saperlo: chiedere ad un amico fidato che ti conosce bene.

Certo, è la persona perfetta perché da una parte ti ha visto comportarti in molte situazioni diverse, dall’altra avete la confidenza necessaria per questo tipo di discorsi.

Ti basta prenderlo da parte, con umiltà e schiettezza, e dirgli “Stavo leggendo un articolo molto interessante sulle capacità sociali, e mi chiedevo, così per curiosità, secondo te ci sono dei momenti in cui ho dei comportamenti strani? Intendo troppo strani? Che magari possono infastidire?”

Lui a quel punto, se è un vero amico, ti dirà sinceramente se ci sono questi comportamenti e quali sono.

Molto spesso saranno cose molto specifiche tipo “sei permaloso quando ti si fanno notare certe cose” o “ti arrabbi per nulla quando si parla di XXX”.

Questi sono feedback utili e dovresti ascoltarli, ma non è quello di cui stiamo parlando in questo momento.

Quello di cui stiamo parlando sono gli esempi fatti prima, i comportamenti che hai molto spesso e che sono socialmente troppo strani.

Non dai spazio per parlare? Ti avvicini troppo alle persone? Cose così insomma…

Ora, una volta che il tuo amico ti ha fatto notare tutto ciò, se riesci a capire quando sbagli, bene, sai cosa fare.

Se invece non riesci ancora a capirlo, gli chiedi gentilmente di fartelo notare proprio nel momento in cui lo fai.

Siete con altre persone? Inventatevi un segnale segreto. 😉

Ta daaaa 🙂 Problema risolto.

Chi sa di dover migliorare

Passiamo alla seconda categoria.

Vorrei che facessi molta attenzione a ciò che sto per dire perché è un concetto delicato di cui, ti assicuro, non parla nessuno.

capacità-sociali

Il punto è questo: alcuni consigliano, per capire le capacità in cui sei carente, di guardare le altre persone, guardare come si comportano, e auto-analizzarsi di conseguenza.

Ora, se questo in alcuni casi funziona, in moltissimi altri ti può fare molto, molto male.

Perché?

Perché spesso chi ha scarse capacità sociali ha, già dentro di se, un meccanismo di confronto con gli altri, si preoccupa del giudizio degli altri, si chiede inconsciamente “cosa pensano gli altri di me“?

Se una persona ha già dentro di se queste domande, fargli fare un processo di analisi e confronto con gli altri non è solo inutile, è molto, molto dannoso. Può portare a una spirale da cui è difficile uscire.

Se abbiamo scartato la strada del confronto con gli altri, te ne offro altre due. Puoi percorrerle entrambe, o soltanto una, a te la scelta.

La prima è quella di cui abbiamo parlato sopra, cioè il chiedere un parere ad un amico fidato.

La seconda è migliorare in ciò che tu senti essere carente.

Sembra banale, invece è molto utile perché il tuo percepire carente una determinata parte del tuo agire social, ti darà la spinta per migliorare, cosa non da poco.

Come migliorare le proprio abilità sociali

Ti faccio un elenco di alcune capacità sociali che puoi voler migliorare, con dei veloci spunti pratici per farlo.

Eccole qui:

1. Comunicare diversamente a seconda della situazione

Significa essere in grado di usare un diverso modo di fare e un diverso linguaggio a seconda delle circostanza, dell’ambiente e del tipo di persona con cui ti devi relazionare.

La prima cosa da fare è immergersi e lasciarsi trasportare dalle situazioni, porre l’attenzione non verso l’interno (te stesso) ma verso l’esterno.

Puoi chiederti ad esempio: “Come la situazione in cui sono è diversa dalle altre? Quali sono le regole implicite di questa situazione?”.

Per approfondire ti consiglio l’articolo sull’arte della seduzione e della comunicazione.

2. Creare legami con le persone

Significa creare amicizie o comunque il feeling “di capirsi” con le persone. Più una persona ti è sconosciuta più questo è complesso.

Per farlo chiediti: “Cosa piace a questa persona? Di cosa ha paura? Cosa lo irrita? Cosa lo rende felice?”.

Naturalmente non sono domande che dovrai farti per sempre, servono solo in un primo periodo per allenare il tuo istinto a capire chi hai davanti, fino a quando non ti verrà tutto naturale.

3. Usare efficacemente il senso dell’umorismo

Sull’umorismo ci si potrebbe scrivere un libro, ma dato che non sei qui per diventare un comico di professione :-), ecco qui alcuni spunti utili:

  • La comunicazione non verbale è tutto

Come moduli la voce e come ti muovi fanno buona parte del senso dell’umorismo, della capacità di scherzare.

Prova a notare le persone quando fanno battute: che tono usano? che pause fanno? come si muovono?

  • Porta all’assurdo

Un modo semplicissimo e molto efficace di scherzare è portare all’assurdo le cose di cui si sta parlando, creando così uno scenario surreale.

  • Richiama la cosa divertente

Scherzare su una cosa che ha già creato ilarità in precedenza è un metodo sicuro di far ridere.

Se cerchi più informazioni ti consiglio questo articolo su come essere più divertenti.

4. Essere interessante

Anche qui… si potrebbero scrivere interi libri sull’essere interessanti e farsi ascoltare.

Anche qui ti do alcuni spunti utili:

  • Informati

Avere cose interessanti da dire è fondamentale: leggi, guarda, studia, ascolta cose nuove e interessanti.

  • Espressività

Sii espressivo, muoviti di più, fai pause, cambia il tono della voce.

Cerca qualche monologo di grandi attori su youtube, ovviamente loro esagerano, non devi parlare così, ma da quella esagerazione con intento artistico puoi capire bene cosa intendo con “espressività”.

Se cerchi altre informazioni sul carisma, clicca qui.

Detto questo ci sono ovviamente anche altre capacità sociali, ma queste sono quelle da cui ti consiglio di partire.

Prima di terminare, ti ricordo che se senti la timidezza come un problema, questo è il metodo che fa per te.

Marco
Capacità sociali: quali abilità sviluppare e come farlo

Video riassunto

Guarda il video riassunto dell'articolo, letto da una persona del nostro staff.