Come far felice la tua donna con dei piccoli e semplici gesti [MARZIANI e VENUSIANE parte 6]

Eccoci al sesto e ultimo articolo del riassunto di “Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere” di John Gray.

Parliamo oggi di un bel tema: i piccoli e  grandi gesti che rendono felice la tua compagna.

Piccoli e grandi?! Ma nel titolo non hai scritto “piccoli”?

Infatti, ma per capire il concetto dobbiamo iniziare a parlare dei grandi.

Di cosa sto parlando?

Gli uomini… spesso spinti da certi mass media che inducono l’uomo e farea regali costosi… o spinti da certi film… o dalle credenze comuni… fanno grossi regali alle loro compagne pensando che quello sia il modo principale di “segnare punti” con l’altro sesso, soprattutto con la propria compagna.

Pensano a quando le regaleranno quel vestito costoso che tanto voleva, quell’anello, quel viaggio…

E sono tutte cose che colpiscono molto capiamoci ma… ma sono sopravvalutate!

Come sopravvalutate?

Certo, ogni donna (a parte quelle a caccia di soldi 🙂 ) preferirebbe ricevere una serie di costanti gesti di affetto piuttosto che un grosso regalo una tantum.

Fare questa scoperta è uno shock per molti uomini 🙂 .

Ma come??! Con tutto quello che ho speso per quel bracciale in argento! Non è possibile!!?!? 🙂

E’ possibile invece, perché una donna è così attenta e sensibile ai piccoli gesti del proprio partner che non ha bisogno del grande gesto eclatante per sentirsi amata, ha bisogno di piccoli e semplici gesti che le mostrino costantemente l’affetto e le attenzioni di lui.

“Costantemente” è la parola da ricordare, sono i piccoli gesti costanti che fanno la differenza.

(Certo, ovviamente ci deve essere energia maschile, questo ormai lo do per scontato.)

Quindi se regali un anello da 3.000 euro alla tua compagna non puoi pensare: “Bene, dopo questo regalo ho segnato 3.000 punti con lei 🙂, le ho dato tanto, mi posso rilassare e non fare più nulla.”

Per shockante che sia, sappi che la tua donna sarebbe stata più felice con 200 piccoli gesti di affetto che con un diamante. 🙂

Sto dicendo di non fare più regali importanti? Ma no, certo che no, quando c’è l’occasione ben vengano, ma MAI, MAI MAI a discapito dei piccoli gesti di affetto e attenzione.

Cosa intendo nella pratica con “piccoli e semplici gesti“?