Gruppo Premium

Comunicazione nella coppia: le frasi da evitare

Argomenti: Gruppo Premium 2011,RELAZIONE
13 gennaio 2011

Dopo che, nell’articolo precedente, abbiamo parlato delle modalità comunicative errate nel dialogo di coppia, andiamo a vedere qualche cosa di ancora più specifico.

Che cosa?!

Le frasi che distruggono il dialogo e creano solo problemi nei rapporti di coppia.

Ti è piaciuto l'articolo?

  1. Dí che ti è piaciuto:

  2. Scarica il Report Gratuito e rimani aggiornato

    Report Gratuito: "Seduzione: i 37 errori più comuni"

    • Gli errori più comuni degli uomini nella conquista di una donna
    • Le cose da non fare MAI!
    • Gli errori generali di comportamento nella conquista
    • Gli errori al primo appuntamento
    • Come eliminare tutti gli errori nella seduzione e nella conquista di una donna
    • Cosa fare nella pratica per attrarre una donna e conquistarla
    Inserisci la tua
    e-mail e scarica
    Privacy Garantita al 100% - Niente SPAM

25 commenti

  1. Flytrap

    Nel punto (1) mi sa che l’errore è aspettarsi che l’altra persona reagisca alle circostanze come reagiremmo noi. Uguali pensieri possono essere esteriorizzati in maniera diversa.

    Ci son cascato più d’una volta.

  2. Hya Myshyl

    Ok per le modalità comunicative errate. E allora sono le modalità comunicative non errate?

    • Marco – (alias Reborn)

      Ne parleremo

  3. Flytrap

    Ho trovato online questo articolo sull’innamoramento mi sembra molto bello

    http://www.perledonne.info/innamora.htm

  4. Andrea

    Ciao Reb,
    Volevo chiederti, ti è mai capitato che, qunado viene il momento di approcciare una donna, ti passi la voglia? A me capita costantemente in una determinata situazione, hai idea di come potrei affrontare il problema, o devo necessariamente evitare quel contesto?

    • Marco – (alias Reborn)

      9 su 10 è autosabotaggio, scuse per non approcciare, renditene conto e superale

  5. Alexander

    Ciao Marco ho un dubbio sulla dominanza positiva… mi capita spesso di cercare di “portare valore” ad amici e conoscenti. Premetto che ho letto il tuo articolo su come ottenere il meglio dalle persone ma noto che nel 90% dei casi le persone a cui porto valore hanno le seguenti reazioni:
    1) si dimostrano ingrate
    2) se riesco a motivarle o aiutarle, una volta raggiunto il loro traguardo si comportano come esseri superiori dimenticando che se sono arrivati dove sono non lo devono certo al loro impegno, ma al mio continuo motivarli e indirizzarli positivamente
    3) Mentre io mi impegno a portare valore loro non fanno nulla per me, non voglio certo una ricompensa e neache me l’aspetto, ma almeno un “grazie” o un minimo di riconoscenza.

    Alla luce di questo cosa dovrei fare? Continuare a portare valore alle persone che non lo fanno nei miei confronti? Ma soprattutto mi chiedo una cosa: Io per migliorare e cambiare mi sto impegnando molto e sto facendo molti sacrifici, quindi perchè devo “dare la pappa pronta” a chi di sacrifici non ne vuole fare e non pensa neanche lontanamente al miglioramento? Mi sembra troppo comodo predere valore dagli altri in questo modo, ovvero prendere e basta.
    A questo punto riassumo la domanda: a quali persone bisogna portare valore?? A tutte o solo a “quelle che se lo meritano”, ovvero che a loro volta possono portare valore a me o che si impegnano veramente per raggiungere il loro obbiettivo??

    • Marco – (alias Reborn)

      Portando valore, anche se non lo fai per questo, comunque ti aspetti del valore di ritorno, madre natura ci ha fatto così. Se non lo ricevi da certe persona è normale che a un certo punto tu non lo dia più a quelle persone, ma ad altre sì

    • Flytrap

      A volte però le persone ti danno indietro il valore con modalità che non sono così evidenti.

      Gli scambi di valore più profondi non hanno bisogno di dire “grazie-prego”. Il “grazie-prego” è solo una questione di educazione, lo scambio di valore vero è una questione di stile di vita.

  6. fra

    Scusa Reborn, ma queste sono frasi che mi sono sempre sentito dire.. puoi, per cortesia, fare un articolo su come rispondere! perche’ io ho quasi sempre avuto il problema inverso
    grazie

    • Marco – (alias Reborn)

      Certo, arriva

  7. AndreaRed

    Ciao Reb…..Sono arrivato al giorno 42 della guida sulla sicurezza…..Quando ho fatto i primi sei giorn di “compiti stupidi” sono passato dal cantare per strada al comprare i preservativi chiedere lo sconto al supermercato ecc……….Saltand però i compiti intermedi come ad es andare in un luogo pubblico con scarpe diverse o chiedere inf assurde ad uno sconosciuto oppure ancora vestirsi male in un luogo in cui ci si veste bene..Posso fare questi esercizi intermedi alcuni dei quali mi mettono in imbarazzo??Oppure devo fare di nuovi inventati da me dato che quelli più difficili li ho già fatti???????

    • Marco – (alias Reborn)

      Fai quelli che ti mettono in imbarazzo, non importa se sono inventati da te o no. Comunque complimenti Red

      • AndreaRed

        Grazie Marco :-D

  8. Hya Myshyl

    Marco ti sarò molto grato se tu mi rispondessi a questo dubbio.
    Se una persona mi provoca, nel senso che suscita in me un sentimento d’ira, io come mi dovrei comportare? Mi fa piacere anche se mi dici l’articolo nel quale posso vedere la cosa, oppure un tuo giudizio personale.

    • Marco – (alias Reborn)

      Imperturbabile

      • Hya Myshyl

        E nel caso specifico in cui una persona irritata mi ordina di fare qualcosa anche se io sono libero di non farla?

        • Marco – (alias Reborn)

          idem

  9. AndreaRed

    Grazie Marco-Reb :-D

  10. Salvatore

    Ciao Reborn!

    1) E’ vera l’ipotesi secondo cui, per sedurre alcune persone, bisogna innescare in loro prevalentemente attrazione intellettuale?

    2) In risposta a un commento, hai scritto che esistevano techniche di seduzione verbali. Ciò significa che, oltre al linguaggio corporeo, alla subcomunicazione, al tono della voce, ecc. le parole in sé possono condizionare la seduzione. Ma in che cosa consistono : PNL, il gioco della coppia, ecc.?

    3) Dato che stai trattando da qualche giorno il tema della coppia, che ne diresti di fare un articolo sul tema dell’attaccamento come bisogno primario in ogni essere umano?

    Grazie

  11. GIUSEPPE

    ciao marco volevo avere un chiarimento! di solito chiamo a una certa ora la mia ragazza, ieri mi ha detto che doveva uscire e che quindi ci saremmo sentiti piu tardi… poi la trovo su un social network online e questa cosa mi fa arrabbiare xk dico se esci e vuoi sentirti più tardi con me ma poi trovi il tempo di rentrare in internet anche mentre stai uscendo la cosa da molto fastidio!!! COME LA PENSI RIGUARDO A QUESTA SITUAZIONE? SE QUESTA SITUAZIONE RIENTRA NELLA CATEGORIA “EQUIVALENZE COMPLESSE” COME LA SI PUO SPIEGARE??

    • Marco – (alias Reborn)

      Non ho capito

      • GIUSEPPE

        ciao marco! ogni giorno chiamo la mia ragazza a una certa ora, ma ieri dicendomi che doveva uscire con delle amiche mi ha detto che ci saremmo sentiti dopo.
        poco dopo vedo che è su un social network e questo sinceramente mi fa arrabbiare per il semplice fatto che se non trova il tempo per parlare con me non dovrebbe trovarne nemmeno per quello! come la pensi riguardo questa situazione??

        • Marco – (alias Reborn)

          Magari sè è collegata un secondo… parlale e senti che dice.

Scrivi un commento

I commenti devono essere:

  • educati e costruttivi
  • senza abbreviazioni da SMS
  • leggibili e non troppo lunghi
  • singoli: non puoi scrivere più di un commento per volta

Non puoi inserire:

  • pubblicità
  • riferimenti a persone minorenni (tu o altri)
  • istigazioni a comportamenti contrari alla legge
  • copia-incolla da altri siti
  • dati personali tuoi o altrui
  • riferimenti ad altre entità nel campo della seduzione

I commenti devono essere approvati e quelli che non seguono il regolamento possono essere editati o eliminati. Leggi il regolamento completo. Tutti i campi sono obbligatori.

I campi contrassegnati da un asterisco (*) sono obbligatori.

 CARATTERI ANCORA DISPONIBILI