Fiducia in se stessi

Cos’è la fiducia in se stessi? E’ un concetto vago o tangibile? E’ possibile aumentare la fiducia in se?

Soprattutto per chi ha bassa autostima il concetto di fiducia in sé stessi sembra qualche cosa di lontano, come se fosse impossibile credere nelle proprio capacità, come se le persone con stima di loro stesse fossero fatte di un’altra pasta.

Fiducia in se stessi: quando manca

Senza fiducia in se stessi si vive senza curarsi dei proprio obiettivi, vagando in una vita piatta senza scopo dove:

  • si spera sempre che accada qualche cosa di bello, ma in fondo non accade spesso, e quando accade è frutto di coincidenze
  • se qualche cosa di bello è un’altra persona ci si attacca a lei come unica ragione di vita, si finisce per non darle valore ed elemosinare la sua approvazione e prima o poi questa persona si stufa
  • quando accade qualche cosa di brutto, quando nasce un problema, si soccombe sotto di esso perché si pensa, e sottolinea si pensa, di non avere le risorse per superarlo

La fiducia nelle proprie capacità

Come vive invece chi ha fiducia nella proprie capacità? Come vive chi ha autostima?

E’ forse un qualche genere di superman invincibile? 🙂

No, assolutamente no, è sbagliato pensare che chi ha fiducia in sé sia sempre sicuro di quello che fa.

I momenti no ci possono essere e chiunque può accusare il colpo, ma mentre chi non crede in se non si rialza dopo la batosta, chi crede in se stesso sa di potercela fare e quindi si impegna e alla fine vince.

Questo vale sia nel sedurre una donna che nella vita di tutti i giorni.

Come vive quindi chi ha fiducia in se?

Si pone degli obiettivi che lo motivano, in primo luogo, e questo non è da poco. E comincia a conoscere veramente se stesso.

Quanti vivono alla giornata senza volere nulla di più di ciò che hanno?

Questo non è una male intediamoci, se una persona è veramente felice con quello che ha buon per lui, ma il problema nasce perché molti dicono di essere felici e in realtà vorrebbero di più.

Per loro lo star bene vuol dire non stare male, stare così così, sopravvivere, tirare avanti.

Ma come diceva Oscar Wilde in uno dei suoi più celebri aforismi

Vivere è la cosa più rara al mondo, la maggior parte della gente esiste e basta

In secondo luogo, dopo aver fissato gli obiettivi, una persona con stima di se inizia a darsi da fare, ad agire cazzo, a muovere il culo!

Banale? Certo, banalissimo! Fondamentale? Di certo.

E quando agisce non ha paura del giudizio degli altri, è troppo concentrato verso il suo obiettivo per curarsi di cosa pensano gli altri di lui.

Il circolo fizioso della scarsa fiducia in se stessi

La mancanza di fiducia in sé stessi è un circolo vizioso!

Se non hai fiducia di te stesso non compirai azioni “rischiose” e quindi non potrai aumentare la fiducia che hai di te stesso!

Ma non compi azioni rischiose proprio perché non pensi di potercela fare quindi non c’è scampo, è finita, spegni il pc e torna a fare la tua vita.

hahah 🙂

Scherzo, scherzo, c’è infatti un modo per uscire dal circolo vizioso ed entrare in un circolo virtuoso.

Colto la differenza linguistica?

Un circolo vizioso è come una spirale che punta verso il basso e ti porta sempre più in giù.

Un circolo virtuoso è come una spirale ma che punta verso l’alto e ti conduce a livelli sempre maggiori.

Livelli di cosa?

In questo caso di autostima e di fiducia in se stessi ovviamente, ma come fare nella pratica?

Prima di tutto: c’è qualcosa che è possibile fare?

Ci sono delle azioni pratiche da intraprendere per auemntare la fiducia in se stessi?

Certo, lo vediamo nel prossimo articolo sull’avere fiducia in se stessi.

Marco