Foto ritoccate: la bellezza che vedete sulle riviste è un falso

La bellezza che vedete sulle riviste, ed in generale sulla pubblicità, non esiste.

Avete presente tutte le foto con donne di cui sono pieni la maggior parte dei periodici, o le foto che si vedono sui cartelloni pubblicitari?

Pensate che quella bellezza perfetta esista veramente?

No, tutte quelle foto passano attraverso tra stadi che concorrono al renderle così:

1. Trucco (fatto da professionisti)

2. Foto (fatte fa professionisti, luci messe in un certo modo ecc. ecc.)

3. Photoshop (o altro programma di ritocco grafico)

E’ soprattutto il ritocco grafico che riesce a fare veramente dei miracoli, riesce a trasformare ragazze bruttine in vere e proprie dee.

E non pensare che il fotoritocco sia solo qualche cosa di complicato, ci sono ormai programmi che lo rendono accessibile a tutti, ci sono siti web che ti danno una mano come ad esempio picnik.

Capiamoci: esistono ragazze bellissime, ma non hanno di certo quel tipo di bellezza senza un errore che si vede nella pubblicità.

Non si parla di donne belle o donne brutte, si parla di ragazze perfette e inesistenti nella realtà VS ragazze bellissime ma normali.

E cosa importa a noi?

Importa perché ci dobbiamo togliere dalla testa l’idea che esistano le ragazze “normali” e le  modelle, come se fossero due categorie diverse e separate.

Come se le modelle fossero quasi impossibili da raggiungere data la loro bellezza.

Allora, per sfatare questi mito della “modella” iniziamo a sfatare il mito della “ragazza fisicamente perfetta”.

Come?

Guarda questo video e inizia a capire cosa può fare il fotoritocco (nel caso non funzioni lo puoi vedere qui)

Ora, nel video sono dei professionisti, ma ti assicuro che un paio di semplicissimi effetti chiunque sarebbe capace di rendere una ragazza molto più bella.

Ad esempio basta applicare un filtro per togliere le impreferzioni della pelle ed ecco che hai una donna dalla pelle liscia come la seta e di colore omogeneo.

Tempo: 2 secondi. Bellezza creata: inesistente nella realtà.

In Francia avevano parlato di applicare un simbolo o una scritta sulle foto ritoccate, per indicarne la vera natura.

Io sono d’accordissimo, non solo perché si illudono gli uomini creando falsi miti, ma anche perché si illudono molte donne che cercando di imitare quelle bellezza inesistenti finiscono con gravi probalemi di autostima… o peggio con disordini alimentari (vedi anoressia e bulimia).

Attenzione: immagino che le foto sul blog, essendo state prese da internet, siano quasi tutte ritoccate!

Siamo così abitutati a questo genere di foto che avrei dovuto impazzire per carcarne di non ritoccate. E se anche ne avessi trovate così tante… vi sarebbero sembrate tutte brutte!

Non sono contrario a photoshop, ma penso che inserire un simbolo sulle foto ritoccate aiuterebbe moltissimo a sfatare questo mito della bellezza perfetta, aiutando così gli uomini ma soprattutto salvando le ragazze più giovani, che sono le prime vittime di questi miti.

E voi cosa ne pensate?

C’è qualcuno del settore che ci può dare il suo punto di vista?

Reborn