Come sfruttare gelosia e segnali di interesse di un’amica per attrarre un’altra donna

Nel precedente articolo abbiamo visto le motivazioni che spingono un’amica a mostrare gelosia nei nostri confronti e a mandarci quindi dei falsi segnali di interesse.

Ora, senza analizzare il perché di questa gelosia, vediamo il come sfruttarla per creare attrazione in un’altra donna.

Come saprai se ci segui da un po’, un’arma potentissima nella seduzione è le preselezione.

Cos’è la preselezione?

Come spiego in questo articolo, la preselezione è il meccanismo che si instaura quando un uomo è già stato “scelto” da altre donne, o quando ha alte possibilità di essere “scelto”.

Ma come fa una donna a sapere se un uomo è preselezionato?

Ci sono svariati modi, il modo più potente resta comunque il vedere che un uomo sta con un’altra donna o comunque vedere intorno a lui molte donne, meglio se queste donne esibiscono atteggiamenti che lasciano intendere l’esistenza di un interesse nei suoi confronti, quindi se gli mandano segnali di interesse.

In altre parole, se una donna vede chiaramente che hai la ragazza sei preselezionato ai suoi occhi, così come se questa donna vede una tua amica mandarti segnali di interesse, ed è proprio quest’ultima dinamica che andremo a sfruttare.

Facciamo un esempio di come agire, così ci capiamo al volo…

Sei fuori con amici ed amiche, e tra questi c’è un’amica che esibisce, o può esibire, segnali di interesse nei tuoi confronti, che siano veri o falsi al momento non ci interessa.

Mentre sei con questo gruppo di persone vedi una donna che ti piace.

Una prima cosa che puoi fare è farti notare da lei entrando nel suo campo visivo, e far vedere che sei con un’amica che ti lancia segnali di interesse.

Questa donna che ti piace, se ti nota, noterà anche che c’è un ragazza (la tua amica) interessata a te: le donne sono molto sensibili a questo tipo di “indizi”.

A questo punto, dato che hai già dimostrato valore essendo preselezionato, puoi approcciarla con possibilità maggiori che il tuo approccio riceva una risposta positiva, e dopo puoi creare attrazione più facilmente.

Una seconda cosa che potresti fare è quella di andare subito ad approcciarla, senza prima farti notare. Poi potresti presentarla ai tuoi amici, alle tue amiche, e soprattutto alla tua amica gelosa.

attrarre un'altra donna

A questo punto la tua amica vedendo che hai conosciuto una ragazza nuova, inizierà sicuramente a mandarti segnali di interesse a raffica e la ragazza a cui stai puntando li vedrà e risulterai preselezionato.

Occhio che a questo punto è probabile che ti arrivi un test, potrebbe darti del “donnaiolo” o usare altre espressioni simili, a quel punto tu NON dovrai assolutamente giustificarti o qualificarti con lei, solo scherzarci sopra o semplicemente ridere (guarda: “La prima regola per passare i test di una donna“).

Ora che abbiamo visto le due alternative, quale bisogna scegliere?

Se sei all’inizio del tuo percorso di miglioramento seduttivo, se non sei abituato a fare approcci a freddo, ti consiglio caldamente la seconda, cioè prima approcciare e dopo fare il gioco della gelosia.

La prima alternativa può risultare pericolosa perché crei una scusa per posticipare l’approccio: quando bisogna approcciare cerchiamo sempre delle scuse per non farlo. Rischieresti quindi di dire “Ora non approccio, devo prima farmi notare e far vedere che sono preselezionato” e in questo modo non approcceresti più 🙁 .

Ovviamente puoi anche usare questi meccanismi in situazioni sociali dove già conosci la ragazza che stai puntando, non solo su di un approccio a freddo come quello che ho descritto.

Dovrai muovere bene le pedine in modo da avere la tua amica gelosa e la ragazza che ti piace nello stesso momento nello stesso posto, ma come attrazione creata ne vale veramente la pena 😉 .

Un’ultima raccomandazione. Se i segnali di interesse che la vostra amica vi manda sono veri e molto sentiti, se in altri termini le piacete veramente, allora evitate di usare questa tecnica: non fate soffrire un’amica di gelosia per conquistare un’altra donna.

Confido in voi.

Marco