Locus of control e seduzione: maggior responsabilità ti attribuisci, maggiori possibilità hai di crescita

Nell’articolo precedente abbiamo parlato del concetto di locus of control che, in breve, indica la percezione che una persona ha del proprio controllo sugli eventi.

Le persone con locus of control INTERNO attribuiscono a sé stessi gran parte del controllo di ciò che accade, e quindi anche meriti e colpe.

Le persone con locus of control ESTERNO sentono che la loro vita è per lo più guidata da forze esterne e si vedono impotenti riguardo a ciò che accade loro.

locus control seduzione

Ma perché questi concetti sono così importanti nella seduzione?

Facciamo un esempio, semplificando volutamente la situazione per capire il concetto.

Diciamo che approcci una donna e lei non ti dà attenzione girandosi dall’altra parte.

Tu puoi avere due tipi di reazioni a seconda del tuo locus of control.

Locus of control ESTERNO: “Che stronza!” “Se la tira troppo” “E’ troppo bella per me” “Con donne del genere o sei ricco o non fai nulla” “Se fossi più alto e bello ce la avrei fatta” ecc. ecc.

Come noti, sono tutte motivazioni legate a fattori esterni. In questo modo non migliorerai mai le tue capacità seduttive.

Ripeto: la questione non è che questo locus of control vada male, molto peggio: questo locus of control non ti permette di fare un singolo maledetto passo verso la vita sentimentale / sessuale che vuoi.

Al contrario, delle reazioni da locus of control INTERNO potrebbero essere: “Ho parlato troppo a bassa voce” “Il mio linguaggio corporeo non andava bene” “Ero troppo distante da lei” “Non ho sorriso” ecc. ecc.

Tutti questi fattori possono venire controllati perché dipendono dalla tua volontà e dal tuo impegno.

Ora: è ovvio che ci siano delle cose che puoi controllare e delle cose che sono al di fuori del tuo campo d’azione.

Moltissime di queste forze però non sono facilmente analizzabili, come fai a dire con certezza se una ragazza ti risponde male perché ha avuto una giornata storta o perché hai sbagliato qualche cosa tu?!

Certo, puoi ipotizzare, ma resta sempre un margine di errore.

Allora invece di fari 2.000 seghe mentali su di chi siano responsabilità e colpe, la cosa migliore da fare è decidere a priori, in anticipo, che qualunque cosa accada è sempre una tua responsabilità, cioè che c’è sempre qualche cosa che si può fare o che avresti potuto fare.

Ad esempio…

“Ti ha risposto male” … “Ho sbagliato questo e quello..

“Ma era arrabbiata per i fatti suoi” … “Può darsi, ma allora avrei dovuto insistere e farla ridere

“Ma aveva il ragazzo” … “Una sfida ancora maggiore! Avrei dovuto agire da vero uomo e poi capire se alcuni suoi bisogni non erano soddisfatti dalla relazione

“Ma una ragazza così bella di solito va con uomini ricchi” … “Bene, ancora una sfida, la prossima volta che incontrerò una ragazza così agirò ancora più deciso per dimostrami che non servono i soldi per andare con una bella donna

“Ma…” …  “Ma le scuse stanno a zero, ho imparato qualche cosa e la prossima volta saprò come comportarmi“.

Come vedi: maggior responsabilità ti attribuisci, maggiore è la tua possibilità di crescita seduttiva.

Non solo, più ampio è il tuo locus of control, cioè più la tua percezione è INTERNA, più risulterai attraente.

Perché?

Perché un uomo che è convinto di avere potere sulla propria vita avrà un modo di fare molto più mascolino ed energetico rispetto ad un uomo che si muove nel mondo con passività.

“Ma io sono così…” “Ma le donne troppo belle non…” “Ma ci vogliono i soldi…” “Ma non sono bello…” “Ma…”

Ma perché non la smettiamo di raccontarci cazzate e ci diamo da fare?

La scuse stanno a zero.

Marco