Le mosse giuste al momento giusto: la storia di successo di Gatsby

Nella seduzione spesso le mosse meno vistose sono in realtà le più importanti. Andiamo a leggere questa storia di successo di Gatsby, per capire quali sono state le piccole cose che hanno fatto la differenza.

Scusate il ritardo, eccomi qui per il racconto dell’altro approccio. In realtà più che di un approccio si tratta di tutto il percorso seduttivo. Ecco perchè ho atteso prima di raccontarvelo, sono un pò scaramantico 😉

Sabato sera estivo, luogo d’incontro, molta gente. Io sono con il mio gruppo per un’uscita tranquilla, seduti ad un tavolino a chiacchierare e bere qualcosa.

Ad un certo punto vicino a noi noto due ragazze, una bionda e l’altra mora, entrambe molto belle. Dopo qualche minuto, mentre sto parlando al telefono mi sento osservato: è la bionda che mi guarda nonostante stia conversando con altri due ragazzi. Comincia un gioco di sguardi ed ammiccamenti molto divertente.

Le due si siedono ad un tavolino vicino al nostro, gli occhi continuano a puntarsi tra la folla. L’amica si alza, lei rimane sola al tavolino. In quel momento non ho pensato a cosa dirle, a cosa avrebbe pensato, mi sono alzato e basta, come se fosse la cosa più naturale di questo mondo. Certo, ero emozionato, ma sono andato e mi sono presentato.

Lei all’inizio è visibilmente sorpresa, poi cominciamo a parlare, si scioglie, capisco che è contenta del mio arrivo. Parliamo del suo lavoro e del mio, scherziamo. Torna l’amica e a questo punto devo intrattenerle entrambe. Capisco che è arrivato il momento di congedarmi, le chiedo il numero. Lei risponde che il suo non me lo dà ma che si prende volentieri il mio. Io dico che il mio non lo do senza avere il suo. Cede anche un pò divertita dalla situazione.

Ci rivediamo la settimana dopo allo stesso posto. Lei con la sua amica, io con il mio gruppo. Cominciamo a parlare, a fare rapport insomma; ad un certo punto le chiedo di spostarci, lì c’è troppa confusione e l’amica è in buona compagnia. Acconsente e ci spostiamo.

Dopo qualche minuto che siamo rimasti da soli, provo a baciarla, lei rifiuta puntualizzando che è troppo presto, facendomi capire che arriverà il momento, che anche lei lo vuole.

Non insisto, la serata prosegue piacevolmente, ci spostiamo tutti in un altro locale. Non stiamo sempre attaccati, per una buona mezz’ora approfondisco la conoscenza dell’amica oppure vado a bere con i miei amici, ma poi torno sempre da lei. Arriva il bacio, e ci baciamo per tutto il resto della serata.

Che dire, siamo usciti altre due volte da soli e, proprio ieri sera, la seduzione si è compiuta ;-).

Lei è molto presa, non so come andrà a finire, ma in ogni caso sto vivendo una bella esperienza, che senza coraggio e decisione non avrei neanche potuto immaginare.

Come immaginerete sono stato sintetico e ho tralasciato alcuni particolari per non dilungarmi troppo, ma questo è il succo.

Grazie ancora Reborn, ho seguito molte delle tue dritte in tutte le fasi. Vi terrò aggiornati anche sugli sviluppi dell’altra storia, un pò più complicata.

Un saluto

Gatsby

mosse giuste al momento giusto

Quali sono state le mosse giuste che vale la pensa far notare?

1. APPROCCIO

Si stavano già guardando, quindi c’era già attrazione, e lui ha deciso di approcciare in modo diretto e spontaneo. In questo caso è stata la scelta migliore perché entrambi avevano già capito la situazione, sarebbe stato un po’ strano a quel punto approcciare con un indiretto, cioè fingendo disinteresse.

2. CONVERSAZIONE CON ENTRAMBE

Parlando con entrambe ha fatto in modo che l’amica non si stufasse. Mai ignorare le amiche se non c’è qualcuno a parlare con loro! Se si stufano possono compromettere la nostra interazione.

3. DECISIONE

Quando lei non voleva lasciargli il suo numero, lui ha insistito mostrando decisione. Probabilmente se non lo avesse fatto lei non lo avrebbe mai richiamato per non sentirsi “una facile”.

4. ISOLAMENTO

Quando si sono incontrati di nuovo, dopo un po’ che facevano rapport, lui ha deciso di allontanarsi dal gruppo insieme a lei. Rimanendo solo, si è creata una certe intimità. Ricorda: mai cercare di svolgere tutta la seduzione quando sei in un gruppo, devi sempre trovare il tempo di isolare la ragazza che ti piace.

5. NON BISOGNOSITA’

Non si è mostrato appiccicoso e bisognoso, è tornato dai suoi amici per poi tornare da lei e baciarla.

6. CONVERSAZIONE CON L’AMICA

Ha dato molta attenzione all’amica, compiendo una mossa strategica non di poco conto. Se diventi amico delle amiche della ragazza che ti piace, loro ti daranno una mano, se invece le infastidisci, faranno di tutto per metterti i bastoni tra le ruote.

In conclusione: continua così Gatsby, i successi sono appena iniziati.

Reborn