Non scusarti per elemosinare l’approvazione degli altri!

La capacità di scusarsi quando ci si rende effettivamente conto di avere torto è una qualità bellissima che in pochi hanno.

Lo scusarmi come forma di cortesia pura e semplice è molto educato e apre le porte a risposte positive.

Ma il chiedere scusa per elemosinare l’approvazione degli altri fa veramente schifo.

Cosa intendo di preciso?

Ce lo fa capire la nostra amica skittish con un commento:

[…] mi è venuta in mente un’altra cosa che trovo odiosa: iniziare le frasi con “scusa”

Esempio: “scusa, posso dirti che sei bellissima?”

“scusa, posso chiederti di bere qualcosa insieme?”

“scusa, posso sedermi al tuo tavolo?”

Appena sento ‘scusa’ penso: “ecco, ancora deve parlare e già sa che mi darà fastidio”

E’ divertente notare come in questi casi scusarsi in realtà generi l’effetto opposto: vorremmo passare per educati ma in realtà diamo già fastidio 🙂 .

Il punto è questo: il vero uomo deve mostrare sicurezza e fierezza verso i suoi obiettivi.

In altri termini non si deve vergognare o scusare se vuole un qualche cosa, ma deve essere orgoglioso e lottare per esso.

Parlando di donne, sia che uno voglia solo sesso sia che stai cercando  la donna della sua vita, in entrambi i casi un uomo deve essere fiero di ciò che sta cercando: i bambini si vergognano, non gli uomini.

elemosinare l'approvazione degli altri

Nei casi sopracitati, la scusa è traducubile con “scusa se mi permetto di…” “scusa se ti disturbo…”.

Ora: se stessi veramente disturbando ci starebbe, cioè sarebbe cortese scusarsi, ma la verità è che se sei in un locale e vedi una bella donna, credi veramente di doverti scusare per dirle che è bellissima?!?!

O peggio, credi veramente che una donna voglia accanto un uomo che si scusa per farle un complimento? O per offrirle da bere?

Parliamo invece del terzo caso, quello in cui ti vuoi sedere al tavolo della ragazza che ti piace… come spiego nell’articolo sul come approcciare una ragazza seduta, non sarebbe molto più furbo aspettare qualche segnale positivo e poi sedersi come se fosse una cosa normale?

Chiedendo il permesso dai la possibilità di dire “no” e spesso il “no” deriverà dal timore di sentirsi “una ragazza facile”, soprattutto davanti ad amici o amiche.

In generale, lo scusarsi senza che ce ne sia motivo presuppone una dinamica ben precisa, quella secondo cui chi si scusa ha valore inferiore alla persona che riceve la scuse.

Immagino che non sia necessario spiegarti perché questo schema taglia le gambe ad ogni tua possibilità di conquista, penso sia chiaro che una donna non vuole stare con un uomo che si sente inferiore a lei.

Ricapitolando: levati lo “scusa” dalla bocca quando è in realtà una richiesta non necessaria di permesso e quando è un elemosinare approvazione.

Marco