Seduzione notturna o diurna? Meglio approcciare di notte o di giorno?

Ogni tanto nei commenti qualcuno esprime le sue preferenze riguardo alla seduzione di giorno piuttosto che di notte, o il contrario.

E’ particolare notare come molte persone pensino che una delle due sia fattibile e l’altra difficilissima.

In realtà nessuna delle due è più facile o più difficile dell’altra, sono solo diverse, molto diverse, come spiegato nell’Ebook Come conoscere donne nuove.

Analizziamo quindi, prima di tutto, le caratteristiche fondamentali di una e dell’altra.

Numero di donne

Di giorno ci sono molte persone in giro, ma non moltissime ragazze da approcciare.

Uscendo di sera invece si riescono a trovare molte più donne.

Impegni delle persone

Le persone di giorno, nella maggior parte dei casi, stanno facendo qualcosa, stanno andando da qualche parte. Per strada ad esempio, soprattutto nei giorni lavorativi, approcciando una donna dovremo tenere conto che lei si starà recando in qualche posto e non avrà moltissimo tempo.

Di sera invece le donne sono fuori per divertirsi e hanno il tempo di fermarsi a parlare.

Nel mentre….

In una discoteca o in un locale notturno ti ci devi recare.

Per quanto riguarda invece la seduzione diurna tu puoi tranquillamente girare per i tuoi impegni e quando capita una bella ragazza da approciare bam! 🙂 Rilasciare la bbbbeeeeesssssssssstia che è in te 🙂 !

Disponibilità delle donne

Questo è molto importante…

Le donne di giorno non si aspettano un approccio, quindi in generale non hanno barriere già alzate e se fai un approccio fatto bene saranno disponibilissime al dialogo.

Di notte, è più una situazione on/off.

Cosa intendo dire?

Che per quanto riguada la disponibilità a farsi approcciare possiamo dividere le donne in due macrocategorie.

Da una parte abbiamo quelle che alzano le barriere appena escono di sera perché sono abitutate ad essere approcciate. La maggior parte degli uomini che le approccia lo fa in modo sbagliato e alla fine le infastidisce, così loro prevengono lo scazzo e pongono subito un bel muro tra loro ed eventuali uomini che approcciano.

Non lo fanno per essere stronze! Quando vieni approcciata diverse volte da persone che non ti piacciono ti fanno sentire a disagio è normale che tu possa creare un meccanismo di protezione.

Questo non significa assolutamente che queste donne non possano essere approcciate, significa solo che c’è da lavorare un po’ di più all’inizio per dimostrare che non siamo come gli altri uomini e avere quindi il via libera per una conversazione normale.

In altri termini, la barriera iniziale è da considerarsi nella maggior parte dei casi in test.

Ovviamente ci sono certi casi in cui una donna non ha proprio voglia di essere approcciata, l’esperienza ci dirà in quale delle situazioni ci troviamo.

Dall’altra parte abbiamo le ragazze che escono di sera sperando di essere approcciate. Magari perché vogliono anche fare solo due chiacchere, o più spesso perché hanno voglia di un uomo.

Non è un segreto che questo tipo di donne siano subito disponibili all’approccio.

Chi trovi?

Le generalizzazioni sono utili solo se ci ricordiamo che sono generalizzazioni.

Cosa c’entra questo con l’approccio?

Facciamo un esempio.

Diciamo che scegli di andare in una discoteca che di fama è molto trasgressiva. Generalizzando, saprai che tipo di donne potrai trovare.

Se invece decidi di andare in biblioteca, lì ci sarà un altro tipo di donne.

Poi è ovvio che puoi trovare chiunque in ogni ambiente, puoi trovare la matta in chiesa e la santarellina nelle discoteche dove la gente si sballa 🙂 , ma in generale se vai in un posto sai quello che trovi con più facilità.

Quindi?

Quindi di giorno in giro ci saranno tendenzialmente più “brave ragazze”, e di sera più ragazze scatenate e goderecce.

Tu sai i tuoi gusti e quindi puoi decidere dove andare a rimorchiare di più.

Per quello che mi riguarda, mi piace sia brava ragazza che godereccia, quindi sono proprio fregato hahahhaa 🙂

Marco