Seduzione in due: gli aspetti positivi di avere una “spalla” come amico

Oggi parliamo della cosiddetta “spalla”, un ruolo fondamentale per tutti quelli che amano approcciare in due e quindi non amano essere dei “lupi solitari” e muoversi in questo campo da soli.

Forse non è sempre semplice trovare una spalla con cui ci intendiamo a meraviglia, perché non basta solo avere in comune la passione per la seduzione, è anche questione di carattere.

L’intesa tra due persone, in tutte le cose della vita, può sì essere naturale e “chimica”, ma molto più spesso è frutto di tanta esperienza passata insieme e di tanto allenamento in comune, quindi: più ti alleni con un amico e più intesa si costruirà tra di voi.

Gli aspetti positivi di avere una “spalla”

Quali sono gli aspetti positivi del “rimorchio a due”, come lo chiamiamo in gergo tecnico :-)?

spalla-come-amico

1. Condivisione

Con un amico puoi condividere emozioni, esperienze, pensieri e opinioni sulla seduzione vissuta sul campo con un ragazzo come te, e questo non può farti altro che bene.

2. Amicizia

Spesso e volentieri, da questa passione in comune nascono le più belle amicizie, e avanti con gli anni ci si ricorda di quando lui ti ha fatto da spalla nell’approcciare una ragazza, aiutandoti con la sua amica :-).

3. Trasmetti sicurezza

Rimorchiare da soli molte volte è rischioso perché puoi sembrare agli occhi di una ragazza un playboy solitario (aggiungerei anche l’aggettivo disperato) e affamato di sesso!?

Una ragazza si trova molto più a suo agio a conoscere un ragazzo circondato da amici o in compagnia di un amico, piuttosto di conoscere un uomo da solo che la “punta” dall’angolo di un bar.

Quindi è anche questione di trasmettere sicurezza alla ragazza che vuoi conoscere.

4. Divertimento

Se magari una sera un approccio non va come speravi, ti trovi comunque con amico con cui puoi divertirti e andare insieme in un altro locale a conoscere nuove ragazze.

Da solo invece potresti buttarti giù e  andare a casa a piangere su te stesso e a giocare con i videogame!

5. Sana competizione

Dove lo metti lo stimolo a migliorarti che ti da l’interagire con un’altra persona?

Dove la metti quella sana e giusta competizione (e mi raccomando che sia sana e giusta sul serio ;-)) che si crea in questi casi con il tuo “amico-collega”?

Anche questo è un altro punto a favore: la possibilità che avresti di imparare da lui cose in cui non sei un granchè e viceversa, la possibilità che lui ha di imparare da te per alcune sue abilità in cui è scarso.

La profondità di rapporto che si raggiunge vivendo tante esperienze con un ragazzo come te, che magari all’inizio sarà anche un estraneo ma che con il passare del tempo diventerà un amico con la A maiuscola, non è affatto trascurabile.

La voglia di aiutarsi a vicenda, la solidarietà che si instaura tra di voi, e la sempre più sviluppata capacità di saper correre uno in aiuto dell’altro quando c’è ne bisogno non hanno davvero prezzo.

Per questa e per mille altre ragioni io, benchè abbia passato anni ad andare in giro anche da solo, preferisco avere una spalla, un compagno d’avventura, un amico, con cui condividere commenti, pensieri, esperienze e tanti approcci! 🙂

Nel prossimo articolo scenderemo più nel dettaglio e andremo a vedere tecnicamente quali sono le caratteristiche che deve avere una buona spalla.

Quindi tutti a trovarsi un compagno d’avventura!

Il Conte