5 modi per sentirti a tuo agio davanti ad una donna molto bella

Nell’articolo precedente abbiamo visto i motivi per cui un uomo può sentirsi a disagio davanti ad una donna particolarmente bella.

Ma cosa fare nella pratica per NON sentirsi più a disagio?

Ecco una serie di modi:

1. Realizza che è SOLO una donna

In che senso “solo” una donna?

Nel senso che dietro al trucco, al bel vestito, ai tacchi vertiginosi, c’è una donna come tutte le altre, con le sue paure, con le sue insicurezze, con il suo bisogno di validazione.

Ricorda che è “solo” una donna, nel senso che non hai alcun motivo di sentirti a disagio, non morde! 🙂

2. Immaginala alla mattina appena sveglia

Se necessario, immaginala alla mattina quando si è appena svegliata, struccata, con la faccia segnata dal sonno.

Se non basta, immaginala che va in bagno a farsi la ceretta 🙂  .

Sembra molto meno paurosa adesso eh?!

Ricorda che il trucco trasforma una donna rendendola decisamente più bella, guarda questo video in proposito.

3. Ricorda che lei è programmata per cercare validazione

Il cervello femminile, molto più di quello maschile, è programmato per cercare validazione dagli altri, cioè per cercare indicazioni e conferme del proprio valore.

E chi può dare validazione a una donna riguardo alla sue bellezza?

Un uomo ovviamente! Quindi ricorda che quando sei davanti a una bella donna, lei sta cercando incosapevolmente validazione da te.

Quindi: chi dipende da chi? 🙂

sentirsi a proprio agio davanti a una donna molto bella

4. Abituati alla bellezza

E’ ovvio: se non ci sei abituato ti senti a disagio. Immagina un fotografo professionista che lavora con decine di modelle ogni settimana, secondo te sarà intimorito? No di certo!

Per questo motivo, quando vedi una bella donna: provaci. O per lo meno parla con lei, conoscila, così da prendere confidenza.

5. Vinci la necessità di “non sbagliare mossa”

Spesso più la donna è bella, più l’uomo cercherà di “fare la mossa giusta”.

Questo può andar bene, ma fino a una certo punto. Non si deve infatti creare il timore di commettere errori, di dire o fare “la cosa sbagliata”.

Per questo motivo, per vincere la necessità di non sbagliare, fai qualche cosa di “rischioso” da un punto di vista seduttivo.

Cioè fai qualche cosa per puro divertimento, senza pensare alle conseguenze, senza pensare “Se faccio questo le piacerò di piu?”.

Può essere una frase, un comportamento, o una cosa stupida che vuoi fare.

Questo rompe i meccanismi di ricerca di perfezione, rompe il meccanismo del “devo per forza far colpo su di lei”, ed è quindi un qualche cosa di profondamente liberatorio.

Agendo in questo modo scardini alla base la dinamica del “lei è bella – quindi ha un valore più alto del mio”, che è la dinamica da cui scaturisce il tuo senso di disagio ed inadeguatezza.

[fima]
– – –
Altre lingue?

Italiano
Spagnolo