Come essere più socievoli e creare una rete sociale che funzioni per te: 10 punti chiave

Sto per condividere dei trucchi e delle strategie per rivoluzionare la tua vita sociale! 🙂

Parliamo infatti di come creare una rete sociale che funzioni per te. Esatto! Hai capito: una rete sociale adatta a te.

Cominciamo.

Perché è importante avere una rete sociale?

Voglio raccontarti una storia su di me.

Quando ero ragazzino avevo un gruppo di amici molto grande, con cui passavo le giornate e le serate a folleggiare in giro. Era tutto molto bello all’inizio.

Ma poi col tempo notai che c’erano delle diversità abbastanza significative tra me e il gruppo, niente di forte per carità, ma come ben saprai un gruppo è un insieme di persone e ogni persona ha una testa diversa.

Fatto sta che col tempo mi accorsi ad esempio, che non sempre venivo incluso, perché non appartanevo alla cosiddetta cerchia ristretta.

Visto che era il mio unico gruppo di amici, io la presi male.

Il fatto è che ero emotivamente dipendente dai miei amici, e questo mi comprometteva tantissimo: non potevo scegliere di andare dove volevo io perché dovevano essere d’accordo anche loro, avevo paura di confrontarmi perché avevo il timore di perderli.

Non riuscivo ad essere veramente me stesso per paura di perderli.

E questa è una cosa che non dovrebbe MAI SUCCEDERE!

Ora invece con gli anni ho creato una rete sociale. Ho molta più scelta, mi sento pù libero, posso far rispettare le mie necessità e mettere i paletti liberamente. Ho risolto l’attaccamento verso gli altri e sono più libero di esprimermi.

essere socievole

Vediamo ora 10 punti chiave da seguire:

1. Sviluppa le tue capacità sociali

Te lo ripeterò fino alla nausea, è inutile darti in mano dei buoni consigli o buoni trucchi o tecniche se non possiedi delle capacità sociali allenate.

Se sei timido o insicuro e quindi hai ancora dei grossi blocchi ti consiglio vivamente di dare un’occhiata a questo.

Cosa intendo? Intendo che prima di tutto è meglio per te che impari ad allenare ed espandere le tue capacità sociali (per iniziare puoi guardare questo articolo).

Molti bravi ragazzi per paura di uscire dalla zona comfort tendono a isolarsi: perdono tempo davanti la televisione, guardano filmati porno invece di uscire a cercarsi una ragazza, giocano ai videogiochi  stando sempre a casa ed evitano situazioni di confronti che potrebbero farli solo crescere.

L’isolamento però ti impedisce di crescere come uomo.

Gli uomini sono degli animali sociali, e sono stati programmati da madre natura per conoscere e connettersi con gli altri, formando aggregazioni di uomini, tribù e civiltà. Se non avessimo questa capacità innata probabilmente ci saremmo estinti.

Quindi nella pratica è necessario che tu impari a passare il tempo con la gente e in mezzo la gente. I miracoli avvengono fuori, tra la gente e non stando a casa.

Esponiti dunque in situazioni pubbliche, vai al bar a prenderti un caffè, parla col barista con chi ti è affianco al bancone, che sia giovane,vecchio, grasso, magro o una ragazza, non importa: il tuo obiettivo è allenare la tua capacità di socializzare.

Impara espandere le tue capacità e la tua consapevolezza mettendoti in situazioni sociali nuove. Questo ti farà crescere esponenzialmente come essere sociale.

Impara a connetterti con più persone che puoi, non concentrarti sul cercare le persona giuste, quelle verranno da sole. Te lo posso assicurare.

2. Impara a gestire la tua energia

Questo punto è fondamentale e devo dire che mi ha aiutato moltissimo in passato.

Devi sapere che quando sono entrato nel mondo dello sviluppo personale e della seduzione avevo appreso che l’uomo leader, che aveva una rete sociale era più attraente.

Questo consiglio in parte è vero ma mi “costringeva” oltre che a sviluppare un dannosissimo attaccamento al risultato, ad essere quello sempre più energico e frizzante, più di quanto fissu naturalmente predisposto a esserlo.

In poche parole: a lungo termine diventava una tortura che invece di farmi godere le cose mi metteva ansia addosso.

Col tempo ho poi capito che gestire l’energia è una cosa fondamentale.

Quello che voglio dire è che essere in compagnia e a contatto con le persone è una cosa bellissima, ma non può essere una costante sempre presente in ogni momento della tua vita.

Infatti è necessario alterare un periodo di ricarica energetica con un periodo di dissipazione energetica.

Per ricaricare le batterie intendo anche solo passare del tempo consapevolemente da solo, dedicarsi dei momenti privati, prendersi il proprio tempo.

Un esempio banale potrebbe essere una passeggiata, una nuotata, un hobby. Un momento in cui esci fuori dal mondo. Questo ti ricarica le batterie e ti fa sentire più pronto per quando esci di casa in compagnia.

Quando passi il tempo in compagnia, ti “attivi”. In altri termini è come se ti sentissi più carico e dinamico ed è bellissimo. Ma se non c’è un po’ di alternanza tra la ricarica e la dissipazione energetica ti stressi solamente.

Perciò impara a prenderti i tuoi tempi e impara a gestirti le tue enrgie. Ognuno è diverso e ha le sue esigenze, perciò impara a sentirti a conoscerti e a capirti.

3. Non diventare un “drogato sociale”

La socialità spesso ci induce a comportamenti da drogati.

È un termine un po’ buffo lo so, ora ti spiego cosa intendo con “droga” in questo caso.

Droga è qualcosa che:

  • quando non c’è stiamo male
  • spesso usiamo quando siamo a disagio per avere una botta di benessere immediato

Cosa intendo quindi per “drogato sociale”?

Intendo non sentirsi a posto se vedi che non stai legando con nessuno e cominciare a farti le seghe mentali per ottenere a tutti i costi la tua dose di approvazione sociale.

Ti posso assicurare che questa cosa ha fregato anche me. Ti faccio degli esempi.

  • Quando entri in un nuovo gruppo e vuoi subito essere leader
  • Quando vai in un locale particolare, conosci solo un tipo di gente, e ti comporti in un modo piuttosto che un’altro solo perché “fa figo”
  • Dai peso a cose che non sono assolutamente importanti per fare impressione sugli altri: come vestirsi con capi firmati, vantarsi delle proprie cose, comprare lo champagne ecc..

Stop! Rilassati, lascia che le cose facciano il loro corso. Non c’è fretta, non sforzarti. Goditi il momento.

E se non ci credi, prova ad uscire una volta senza assolutamente sforzarti di fare nulla e prova a notare quante occasioni si presentano davanti anche senza che tu faccia sforzi.

Lascia quindi andare il bisogno di socializzare, e impara a goderti il momento e la situazione.

Uscire di casa sforzandoti di migliorare paradossalmente ti blocca sempre alla stessa situazione. Accetta invece questo paradosso: meno ti sforzi di crescere e più cresci.

Impara quindi solo ad metterti in nuove situazioni uscendo dalla tua zona comfort e lascia che le cose vadano da sole: crescerai molto di più.

Impara a connetterti prima di tutto con la situazione in cui sei, fai chiarezza di dove sei e senti cosa sta succedendo attorno: senza pensieri.

Non pensare a fare qualcosa, impara a sentire l’impulso che hai dentro e fallo uscire fuori al momento.

Questa è la vera socializzazione.

Inoltre aggiungo che non esiste il “posto giusto” per socializzare, esiste il posto che funziona per te.

Mi fanno ridere molti uomini che per socializzare pensano di dover andare per forza in discoteca, quando magari basterebbe passare lo stesso tempo al pub e invitare due ragazze che hai davanti al tuo tavolo.

Quindi impara a capire il posto che funziona per te.

4. Crea un tuo piano

Avere un piano in mente è molto importante.

Quando esci voglio che tu lo faccia avendo in mente delle cose che potrebbero farti piacere.

Se sei con gli amici e non sapete che fare proponi tu un qualcosa per il pre-serata o il post serata.

Ma fai attenzione a mantenerti flessibile allo stesso tempo.

Perciò se nel frattempo capitano delle cose interessanti seguile. Se i tuoi amici propongono un qualcosa di interessante. Ottimo! Fallo. Altrimenti… proponi tu e metti in chiaro le tue intenzioni.

5. Impara a polarizzare

Quando parli con le persone, impara a parlare di te, di quello che stai davvero pensando in quel momento. Ovvio: mettici un briciolo di buonsenso!

Impara a polarizzare.

Cosa intendo per polarizzare? Intendo tirare fuori i discorsi che più ti piacciono e vedere se quella persona è compatibile con te o meno.

D’altronde ragiona un attimo. Davvero vuoi avere attorno persone che non sono interessate al vero te e che tieni vicino per paura di perdere la loro approvazione?

Non è molto meglio lasciare che ci sia un processo di selezione invece, in cui fai in modo che le persone si collochino automaticamente in due zone: quelli che creano connessione autentica e profonda con te e quelli che non sono compatibili e ti rifiutano?

Ricorda che fare il bravo fa di te una persona noiosa: non ti espone (e quindi non cresci), non crea tensione positiva né verso gli uomini né verso le donne, non arricchisce nessuno e non porta alle persone nuove consapevolezze.

Quindi  le persone o sono interessate a te oppure si allontaneranno da sole: ma questo solo se polarizzi.

L’obiettivo della connessione autentica è che sia tu che l’altra persona imparate a essere voi stessi nel vostro rapporto.

6. Ricorda i nomi

I nomi sono molto importanti e dovresti impegnarti per ricordarli.

Se lo vuoi sapere anche io appartengo al gruppo di persone che quando si presenta tende a dimenticare il loro nome e ti dico la verità: tutte le persone tendono a dimenticare il nome di persone appena conosciute.

Questo perché non siamo naturalmente programmati a ricordarci i nomi. D’altronde sono un invenzione degli uomini: non esiste in natura.

Ma in ogni caso impara ad esercitarti. Col tempo ti verrà naturale.

7. Non farti pregiudizi e lasciati andare

Quando conosci nuova gente, spesso ci facciamo molti pregiudizi o presunzioni sul fatto se questo persone sono abbastanza “fighe” o meno.

Questo approccio è sbagliato perché ti taglia fuori da molte situazioni, non ti permette di conoscere a fondo le persone e quindi di sviluppare connessione. Ti rende inoltre attaccato al risultato.

Quando conosci persone nuove devi imparare a prendertela con calma e lasciare che sia il tempo a far emergere il vero rapporto che ci può essere tra voi.

Ma per fare ciò è necessario che tu ti rilassi durante il procedere delle cose e che lasci il giusto tempo alle cose.

Per connettersi con le persone ci vuole tempo. E non puoi rifiutare (oppure auto-rifiutarti) e fare presunzioni su di loro senza neanche conoscerli profondamente.

8. Trasforma la tua situazione in un occasione per creare legami

Questa tecnica è fenomenale. Se sei in una situazione nuova, puoi approfittare per utilizzare quello che passa per la tua testa in un occasione per socializzare. Potrebbe essere ad esempio:

  • “Ciao! Sono nuovo in questo posto, ma è bello?”
  • “Devo dire che non è facile per me cambiare posto, sopratutto per uno che è a abituato…ecc.”

Come vedi sono frasi molto spontanee.

Io ad esempio questa tecnica la usavo quando iniziavo nuovi corsi di ballo. Prendevo una dama e raccontavo il mio imbarazzo per i passi nuovi che ci avevano insegnato e che non avevo capito.

Questa tecnica si basa sul principio della vulnerabilità di cui ti ho parlato più volte.

9. Presta molta attenzione al momento “wow”

So che fa ridere questo termine però rende molto l’idea. 🙂

Quello che voglio è che tu presti molta attenzione ai momenti in cui senti come un improvvisa rivelazione dentro di te, un momento di benessere che ti fa pensare “cavolo come sto bene ora e in questa situazione”.

Il momento wow è un momento che esce da una delle parti più profonde di te e dice tantissime cose su di te e sulla tua natura.

Io ad esempio ero andato a un festival di musica a Budapest, e quando suonava l’artista sentivo questa sensazione molto forte. Così ho capito che avrei dovuto andare più spesso ai festival e seguire un certo tipo di musica. Il tutto rendeva la mia vita più soddisfacente.

Lo stesso vale quando ti trovi in situazioni sociali. Quali sono le situazione/eventi/compagnie che ti hanno generato queste sensazioni? Facci caso e scoprirai molto su di te e su quello che ti rende felice.

10. Non aver paura di essere inappropriato

Può capitare che ti possa scappare una battuta ogni tanto e che non faccia ridere oppure che dici un qualcosa di inappropriato in un particolare momento.

Lascia che te lo dica! Fregatene, succede, capita a tutti e non vuol dire assolutamente niente.

Molti bravi ragazzi hanno il terrore di essere inappropriati e di fare battute anche a sfondo piccante per poi vedere e ammirare gli altri ragazzi che lo fanno e hanno successo.

Non esiste una formula che non ti faccia passare il rischio di essere inappropriato. Come lessi una volta: “Ogni tanto fatti il regalo di essere inappropriato”.

Spara scemenze ogni tanto, non preoccuparti se fanno ridere o meno. Lo fanno tutti o lo vorrebbero fare tutti, fa parte del divertimento e del stare in compagnia. E inoltre è una gran palestra per aumentare la tua sicurezza e la tua capacità di creare tensione positiva.

Niko