Galanteria: come essere un uomo galante e seduttivo allo stesso tempo con dei piccoli gesti

La galanteria è sopravvalutata dalla maggior parte degli uomini, ma rischia di essere sottovalutata da chi studia seduzione.

Chi inizia a studiare seduzione spesso si accorge di quante attenzioni ha dato alle donne per elemosinare la loro approvazione e allora si butta sulla sponda opposta, se la tira, e fa il duro. Ovviamente questo è sbagliato.

La galanteria può essere invece qualche cosa che va a braccetto con l’energia maschile, come dire, sotto la scorza dura, si nasconde un cuore tenero.

La galanteria è comunque in genere sopravvalutata, molti uomini pensano che essere galanti sia uno dei modi migliori per conquistare una donna.

Se segui questo sito da un po’ di tempo saprai bene che essere galanti può andare bene se fatto dopo che hai già attratto una donna.

Quindi la galanteria funziona, se fatta al momento giusto e non con il fine di elemosinare l’approvazione della donna che ti piace.

Ora, con questo articolo, andiamo più nello specifico.

Ti spiegherò come usare la galanteria nella seduzione con degli esempi pratici che rendano chiaro ogni dettaglio.

Galanteria ed esempi pratici

Abbiamo detto che, dopo la fase di attrazione, quindi in quella di rapport, puoi usare la galanterie come arma di seduzione.

Alcuni mi hanno chiesto degli esempi pratici e quindi eccoli qua.

Stai passeggiando con una ragazza, siete al primo appuntamento, c’è attrazione e rapport e le cose stanno andando bene.

Imboccate una via stretta, in Italia ce ne sono molte soprattutto nei centri storici delle varie città, e sul marciapiede c’è spazio solo per una persona.

La stessa cosa vale quando non c’è marciapiede o quando la strada è così stretta che le auto passano molto vicine ai pedoni.

In tutti questi casi un gesto galante e cortese, oltre che dovuto, è far spostare la donna sul lato dove non ci sono le auto.

E’ un gesto semplice, sottile, ma importante e molto ben visto.

Il punto è sempre il come, quindi come fare questi gesti.

Come fare questi gesti?

Alcuni li fanno e li sottolineano, io ero uno di questi, sottolineavo ciò che facevo facendolo notare in vari modi.

Facendo così però il gesto perdeva forza, il messaggio che subcomunicavo era “guarda quanto sono bravo a fare queste cose!” 🙂 .

Il modo corretto di fare queste cose è farle come se niente fosse, come se fosse una cosa che fai sempre con le donne.

E, di conseguenza, dovrebbe diventare qualche cosa che fai sempre, se ti piacciono come gesti ovviamente.

Questi gesti devono diventare quindi la ciliegina sulla torta della tua energia maschile.

Cosa vuol dire nella pratica?

Immagina la scena: esci con una donna, flirti, mostri il tuo carattere attraente e poi fai questi piccoli gesti cortesi, questi piccoli segnali di educazione e attenzione.

E non pensare che lei non li noti, lei li nota eccome! Li vede tutti! Le donne sono attentissime a queste cose.

E non servono grandi cose, semplici piccole attenzioni che fanno la differenza.

Ricorda queste parole perché sono le fondamenta del discorso galanteria: piccole semplici attenzioni fanno la differenza.

Quando la riaccompagni sotto casa l’aspettare che salga prima di andartene, andarla a prendere quando uscite, chiamarla prima di suonare al campanello se non vi conoscete ancora tanto e percepisci che a lei all’inizio piace la discrezione… insomma… piccole cose che fanno la differenza se messe su di una base di energia maschile.

Puoi anche fare gesti galanti un po’ più importanti, come ad esempio aprire la portiera dell’auto o spostare la sedia per lei quanto si siede, ma fallo con scioltezza, come se niente fosse.

Se ti va, puoi anche fare gesti un po’ più importanti in maniera simpatica, così per ridere!

Ad esempio puoi aprirle la portiera dell’auto o spostarle la sedia facendolo notare con simpatia “Prego signorina, sono al vostro servizio” 🙂 .

Anche se fatti con il sorriso, sono cose le donne notano.