Due tipi di uomo alpha? Il leader e l’avventuriero

Ormai sappiamo tutti cosa contraddistingue un uomo alpha: virilità, dominanza, carisma, sicurezza… tutte caratteristiche dell’alpha.

Ma ci sono alcune teorie che suggeriscono che in realtà ci siano due tipi di alpha, questi due tipi di alpha da una parte condividono alcune (molte) caratteristiche ma dall’altra si differenziano per altre caratteristiche.

Quindi quando andiamo a vedere cosa piace alle donne notiamo che ci sono appunto delle caratteristiche che sono bel legate tra loro e si completano a vicenda, altre invece sembrano quasi contrastanti.

Questo ovviamente influisce sulla seduzione, vediamo come…

Prima di tutto vediamo questi due tipi di alpha.

Il leader

Immagina una donna nella preistoria, in una tribù.

La cosa più furba che poteva fare per garantire la sopravvivenza sua e della prole era quella di avere come partner il leader delle tribù, quindi il capotribù.

Questo infatti avrebbe portato ad una serie di vantaggi legati appunto alla posizione sociale, magari miglior cibo, diritti di precedenza su alcune risorse, ecc. ecc.

Un alpha di questo tipo doveva avere di certo grandi doti sociali e capacità di prendersi cura della propria tribù.

Possiamo vedere questi alpha anche ai giorni nostri, mi vengono in mente ad esempio alcuni PR, veramente molto bravi in ambito sociale.

L’avventuriero

C’è però un altro tipo di alpha…

Hai presente il fascino di certi personaggi cinematografici, quei personaggi avventurosi e dal passato sconosciuto?

Questo tipo di fascino è legato ad un tipo di alpha che non era di certo il leader della tribù, ma che ugualmente riusciva e riesce a creare attrazione nelle donne.

È appunto l’uomo che nella preistoria non era il leader, quanto invece il viaggiatore, quello che si spostava, quello che arrivava nella tribù da chissà che luoghi lontani.

La domanda che sorge spontanea è “Quale beneficio poteva portare a una donna questa tipologia di uomo?”

Il beneficio in questo caso è qualche cosa di molto particolare, ed è un beneficio portato non tanto alla donna stessa, quando alla sua prole.

Quindi?

Quindi il beneficio di un uomo del genere erano i nuovi geni che offriva! 🙂

Pensa a una piccola tribù, gira e rigira i geni che le persone univano avendo i figli erano sempre gli stessi.

Questo poteva essere molto pericoloso per motivi legati al sesso tra parenti stretti che come tutti sappiamo può portare a concepire dei figli con gravi problemi.

Ma soprattutto è anche un discorso di malattie, nuovi geni possono portare a sistemi immunitari più preparati verso diversi tipi di malattie, quindi più probabilità di sopravvivenza.

Di conseguenza il portatore di questi nuovi geni portava varietà genetica, quindi maggiore capacità di combattere nuove malattie.

Qui vanno fatti due disclaimer:

1. Ovviamente non bastava e non basta che un uomo sia nuovo di un gruppo, deve avere anche molte altre caratteristiche dell’alpha per creare attrazione.

2. Non esiste una divisone netta tra i due, il leader può essere un po’ avventuriero e l’avventuriero un po’ leader.

Ma tutto questo cosa comporta per noi?

In parole povere: a una donna piacciono le caratteristiche di base che hanno tutti gli alpha, ma tu puoi essere l’uno o l’altro.

Pensa a una donna in una compagnia di persone, sarà affascinata dal leader del gruppo ma sarà anche affascinata dal ragazzo nuovo che conosce e questo spiega anche il fascino dell’uomo che approccia a freddo.

A questo punto la scelta è tua: quale tipo di alpha vuoi essere prevalentemente?