3 ruoli che non devi interpretare: l’uomo Caronte, l’uomo sala d’attesa, l’uomo cuscinetto

Può capitare, in certi momenti della propria vita, che una donna abbia bisogno di un particolare tipo di figura maschile.

Se in quel momento trova un uomo che si presta a ricoprire il ruolo che lei cerca, si instaurano delle dinamiche ben precise.

Oggi parliamo di 3 tipi di figure maschili, 3 tipi di ruoli non sicuramente belli ma che si possono vedere intorno a noi e quindi è utile conoscere per non finirci dentro senza rendersene conto.

Ti spiegherò anche come non cadere in questi ruoli, perché come sempre nelle relazioni interpersonali, le cose si fanno in due.

In altri termini una donna può cercare un tipo di uomo, come vedremo tra un attimo, ma se tu riesci a scardinare questa dinamica lei non ne avrà più bisogno.

E tu, se ovviamente hai le caratteristiche maschili di cui parliamo tanto, sarai il suo Uomo, non un altro ruolo di poco conto.

Ecco quindi le 3 figure:

1. L’uomo Caronte

Ti ricordi chi è Caronte?

Caronte è la figura che trasporta le anime sulla sua barca attraverso il fiume Stige, il fiume infernale.

Nell’immaginario collettivo, Caronte è il traghettatore per eccellenza, non si muove dalla barca e non fa altro che portare le anime da una parte all’altra.

Quando un uomo ricopre il ruolo del traghettatore?

Quando serve a una donna per portarla da una relazione ad un’altra, o da una relazione a uno stato emotivo accettabile.

Quando finisce una relazione importante una donna può trovarsi a pezzi, ferita, afflitta, in cerca di affetto e comprensione.

E’ proprio in questo caso che entra in gioco l’uomo Caronte, l’uomo che la prende appena finita una relazione, la consola, fino a quando lei non si sente meglio e si accorge che lui non le piace più di tanto.

In quel momento lei scende dalla barca salutando il povero traghettatore 🙂 .

Come non essere un uomo Caronte? Come non cadere nella trappola?

Stai attento alle ragazze appena uscite da storie lunghe e importanti, non pressarle troppo, offrendo comunque il tuo affetto fai in modo che imparino a reggersi sulle loro gambe.

Ricorda che se offri troppo aiuto a una donna in una fase critica le fai solo del male, perché non impara a farcela da sola, con le proprie forze.

Non essere una stampella, le stampelle si buttano via una volta guariti, sii piuttosto la persona che mostra la propria presenza mentre da sola una donna ferita prova a camminare.

In questo modo, da una parte le farai del bene, dall’altra non finirai in un ruolo poco conveniente per te.

2. L’uomo sala d’attesa

L’uomo sala d’attesa è l’uomo che una donna usa in mancanza di altro che le piace.

E’ proprio una sala d’attesa, in cui una donna sta fino a quando non è il suo turno, e il suo turno in questo caso è rappresentato da un altro uomo, un uomo che le piace veramente.

Spesso gli uomini sale d’attesa possono essere amici trasformati, per l’occasione, in qualcosa di più.

L’uomo sala d’attesa è molto simile all’…

3. Uomo cuscinetto

Utile quando una donna prende una sbandata per un uomo (ma comunque non entra in una relazione) ma lui o non la vuole o la molla in fretta, ancora prima che inizi qualche cosa di serio.

In questo caso una donna, invece di sbattere, invece di vedere il proprio ego cadere a terra e frantumarsi, cerca un cuscinetto per attutire la caduta, un cuscinetto che le serva solo per sentire che qualcuno la adora.

In altri termini è una medicina per l’ego, un anestetico momentaneo, fino a quando la ferita all’orgoglio non passa.

Ti puoi accorgere degli uomini sale d’attesa e degli uomini cuscinetto quando lei:

  • vuole molte attenzioni ma non è disposta a darne
  • dà attenzioni ma sono solo modi per riceverne
  • non vuole fare sesso (può capitare)
  • vuole fare sesso ma subito dopo non si lascia coccolare

Questi non sono ovviamente dei segnali sicuri, la cause di questi comportamenti potrebbe essere anche altro, ma vale comunque la pena starci attento.

Come non ricoprire questi ruoli?

Questo è molto semplice: non fare gli errori di base del Report “Seduzione: i 37 errori più comuni“, soprattutto non elemosinare approvazione.

Se lo fai, lei si accorgerà subito di aver trovato il pollo da spennare. 🙂

P.S. Tutti i comportamenti di una donna, in questi casi, non sono consci, una donna non si comporta così perché “è stronza” o “è cattiva”, sono dinamiche inconsapevoli che purtroppo esistono.