“Potreste pensare anche alla seduzione over ’60 e non parlare sempre e solo di “ragazze”?”