L’arte della seduzione e della comunicazione: cambiare sempre rimanendo se stessi

Imparare l’arte della seduzione e della comunicazione significa cambiare sempre rimanendo se stessi.

Immagina un uomo che seduce una donna per la prima volta: per la prima volta ha successo. Dentro di lui capirà che per sedurre è necessario fare certe cose.

Qualche settimana dopo incontra un’altra donna che gli piace, e così ci prova. Lei fa resistenza ma lui crede di sapere bene come si seduce, si seduce con i modi di fare con cui ha avuto successo la prima volta, è convinto di questo!

Lei però non ci sta, c’è proprio una frattura a livello di comunicazione: non solo non c’è seduzione, non c’è nemmeno feeling.

“Ma come?! Aveva funzionato la prima volta?! Perché non la seconda?!”

Ti chiedo: dove sta sbagliando lui?

Lui sbaglia perché sta riproponendo modi di agire, modi di comportarsi, che pensa funzionino e li sta proponendo in modo rigido perché pensa che tutte le donne siano uguali e crede che ciò che ha funzionato con una, funzioni con tutte.

Come risolvere? Come imparare la seduzione in modo efficace con donne anche molto, molto divere tra loro?

Seguimi in questo lungo articolo e te lo spiegherò. 🙂

L’arte della seduzionearte della seduzione

L’arte della seduzione è qualche cosa che, volenti o nolenti, attraversa le nostre vite.

La seduzione, nel suo significato più generale, significa “Attirare le persone a sé”, quindi è verso tutti, non sono le donne.

Mi spiace, chiunque tu sia, sei già dentro al gioco della seduzione, al gioco della comunicazione e delle relazioni sociali.

Non puoi non giocare, non puoi dire “Tana!” o “Casa!”,  qualunque cosa tu dicessi da piccolo mentre giocavi con i tuoi amici. 🙂

Non puoi dire nemmeno “Io mi sono rotto non gioco più”, perché anche nel momento in cui pensi di non giocare e fai l’asociale tu stai comunicando qualche cosa, il tuo comportamento comunica un sacco di cose!

Perché, come diceva il grande psicologo Paul Watzlawick:

Non si può non comunicare!

In altri termini:

Qualsiasi interazione umana è una forma di comunicazione. Qualunque atteggiamento assunto da un individuo,  diventa immediatamente portatore di significato per gli altri.

In tre parole: non puoi scappare. 🙂

Cosa puoi fare allora?

Puoi imparare a giocare bene, a  giocare come un vero maestro.

Quando inizi ad imparare l’arte della seduzione

Quando un uomo, magari leggendo qualche ebook di seduzione, inizia ad imparare questa fantastica arte, quando inizia a migliorare, segue giustamente una serie di regole: “Non ingobbirti, non elemosinare, sii deciso, ecc. ecc.”

Queste sono le regole fondamentali e vanno benissimo all’inizio così come sono, senza alcuna sfumatura.

All’inizio non ti posso spiegare 10.000 cose, sarebbe come imparare a guidare e spiegarti fin da subito come guidare quando c’è neve o come impostare una curva per correre in pista. Devi ancora imparare a cambiare marcia, sarebbe un suicidio formativo metterti a capire queste cose.

Ma… dopo un po’ che segui queste regole, succede qualche cosa di quasi magico… inizi a rendere spontaneo quello che hai imparato, le techiche di seduzione diventano istintive, l’arte della seduzione diventa parte di te, la rendi naturale, e avviene qualche cosa di ancora più di strepitoso: inizi ad adattarle, adattarle ed adattarti.

Ovviamente non è nulla di magico, ma lo sembra, grazie alle infinite capacità della nostra mente inconscia di apprendere e rendere naturali migliaia e migliaia di comportamenti.

Ma del rendere il tutto naturale abbiamo già parlato, focalizziamoci invece sull’adattarsi alle varie situazioni.

Adattarsi, cambiare, essere fluido

Ciò che accade è che inizi istintivamente a tenere un modo di sedurre meno rigido e prestabilito, inizi ad adattare il tuo comportamento alle singole donne che seduci.

Questo è molto spesso ciò che accade ma per alcuni invece questo processo purtoppo avviene con più difficoltà e per questo motivo è utile metterlo bene in chiaro: adattarsi alla donna che si ha di fronte è fondamentale e sono sicuro che almeno un po’ lo fai già.

Come è possibile?

È possibilissimo perché noi modifichiamo naturalmente la nostra comunicazione in base a chi ci sta di fronte.

Pensa ad esempio quanto cambia il tuo modo di comunicare con le seguenti persone:

  • il tuo migliore amico
  • un tuo conoscente della tua età
  • una persona di qualche anno in più di te
  • una persona anziana
  • un bambino piccolo
  • il tuo capo
  • un tuo dipendente
  • un tuo insegnante
  • una persona per telefono, su facebook o in un sito di incontri (sì perché anche il mezzo conta moltissimo!)
  • ecc. ecc.

Sul serio, prenditi un secondo per pensare al modo in cui comunichi con persone diverse, è stupefacente come ognuno di noi cambi e si adatti alla persona che ha di fronte.

Allo stesso tempo il cambiare, l’adattarsi, può essere fatto in modi diversi:

  • Da una parte ci sono le persone che cambiano, che si adattano troppo, e quindi sono in qualche modo zerbini del proprio interlocutore.
  • Dall’altra arte ci sono persone rigide, che non si adattano per niente.

Chi ha ragione? Chi ha torto? Chi sbaglia e chi fa giusto?

Nessuno dei due gruppi, entrambi i comportamenti sono sbagliati.

Come si dice, qui più che mai, la virtù sta nel mezzo.

Da una parte infatti è necessario e utile cambiare, adattarsi alla persona che si ha di fronte e, ripeto, lo si fa già istintivamente.

Dall’altra parte è utile cambiare fino ad un certo punto, perché cambiare troppo significa comportarti in modo tale da andare perfino contro i propri valori, significa prostituirsi, a livello comunicativo.

Per questo la regola in questo caso è:

Cambiare sempre rimanendo se stessi

Cosa significa?

“Cambiare sempre” vuol dire non rimanere rigidi, adattarsi al proprio interlocutore, ma non solo, adattarsi anche al momento, all’ambiente, ecc. ecc.

“Rimanendo se stessi” significa tenere ben saldi i propri valori, avere un nucleo solido che non muta facilmente, che non inzerbinisce o “prostituisce”.

Questo è uno dei motivi per cui la seduzione è un’arte non una scienza, perché è qualche cosa di personale e va adattata non solo a chi seduce ma anche a chi viene sedotto.

Perché questo discorso è pericoloso?

Se prendi l’uomo zerbino medio e gli fai questo discorso, cosa può capire?

Può capire solo di adattarsi ancora di più alle varie donne, che nel suo caso vuol dire inzerbinirsi ancora di più.

Per questo se sei all’inizio leggi pure questo articolo, ma dopo concentrati sulle basi, sulle regole fondamentali della seduzione.

Se invece hai già appreso tutto questo, ragiona sui concetti che ti sto spiegando, ragiona sull’adattarsi al proprio interlocutore.

Ogni donna è diversaimparare l'arte della seduzione

Ragazzi miei, ogni donna è diversa, e il modo in cui ti comporti con una non dovrebbe essere lo stesso modo in cui ti comporti con le altre.

Occhio, occhio, occhio perché questo è stato un mio grandissimo errore. Capito cosa funzionava volevo riproporlo come un copia-incolla con tutte: erroraccio del cavolo!

Nella vita tutto è mutevole, perché non dovrebbe esserlo il modo di fare con le donne?! 🙂

A questo punto qualcuno starà pensando: “Ma allora Marco, perché non crei uno schema? Perché non dici come comportarsi con i vari i tipi di donna?”.

Rispondo subito: perché questo sarebbe un altro modo di generalizzare troppo, il creare dei tipo di donna è fuorviante e non molto utile.

Ovviamente si può farlo ogni tanto, ma secondo me creare schemi rigidi sui “vari tipi di donna” può essere molto pericoloso.

Dato che tu sai già istintivamente come adattare la tua comunicazione alle persone, perché non farlo istintivamente anche con le donne?!

Ripeto: ogni persona ha già questa capacità, perché non sfruttarla? 🙂

Come puoi fare nella pratica?

Semplice: focalizzati meno su ciò che devi fare e concentrati maggiormente su di lei, in questo modo il tuo istinto ti dirà cosa fare.

Certo è ovvio, più pratica fai, più donne conosci, più questa tua capacità innata si affina.

E più si affina più sei fluido e gestisci meglio la seduzione, il tutto intuitivamente, senza nemmeno accorgertene.

Ma non si parla solo di seduzione uomo-donna, anche della “seduzione” in senso ampio, quindi della comunicazione in generale, con tutti.

Oltre la seduzione: la comunicazione efficace

Anche nella comunicazione in generale la regola rimanse sempre quella:

Cambiare sempre rimanendo se stessi

Attenzione perché se nella seduzione la rigidità e il non adattarsi ti fa fallire nel conquistare una donna, nella comunicazione la rigidità ti fa creare incomprensioni ma soprattutto ti fa generare una serie di emozioni negative nelle altre persone come astio, rammarico, ira, gelosia, e un sacco di altre cose.

Non mi credi? Vuoi un esempio?

Te ne posso dare a centinaia:

  • L’amico che scherza troppo e offende gli altri
  • L’amico che, abituato sul lavoro a tenere un comportamento molto serio, quando esce fa tutto l’impettito. Quello a cui ti viene da dire “E fatti un risata!” 🙂
  • Il manager, il capo, che ha sempre una comunicazione dura verso i suoi dipendenti, anche se magari qualcuno di questi avrebbe bisogno di un approccio più morbido
  • I genitori che fanno troppo, sempre e solo gli amici e poi si lamentano che non sono rispettati, o al contrario i genitori che sono sempre autoritari e poi si lamentano che i figli non comunicano più con loro
  • Il formatore che parla ai suoi amici come parla ai suoi allievi come parla al tassista come parla al vecchietto per la strada
  • Le persone che usano sempre e solo un linguaggio aulico, che parlano in modo forbito auspicando e pretendendo che i lor signori con cui hanno saltuaria conversazione possano capire il loro linguaggio. 🙂

… vogliamo continuare? 🙂

Penso di aver passato il messaggio, lo ripeto per l’ultima volta promesso 🙂 : cambiare sempre rimanendo sé stessi è la chiave dell’arte della seduzione e della comunicazione.

Marco
L’arte della seduzione e della comunicazione: cambiare sempre rimanendo se stessi

Video riassunto

Guarda il video riassunto dell'articolo, letto da una persona del nostro staff.