Non vuole fare sesso? Come farla sentire a proprio agio per il primo rapporto sessuale

E’ un classico: prima volta che stai per fare sesso con una donna… ci siete quasi… e lei oppone resistenza.

Lo vuole, si vede che lo vuole, ma oppone resistenza.

Cosa fai in questi casi?

Come ti comporti? Come reagisci?

Per prima cosa è importante capire la ragione profonda che porta molte donne a opporre una qualche resistenza.

L’origine di questa resistenza

Facciamo un salto indietro nella preistoria: uomo incontra donna, uomo e donna fanno sesso, lui decide di andarsene, lei rimane incinta senza protezione maschile sia durante la gravidanza che dopo quando ha la prole.

Non era di certo una bella situazione, di sicuro molto pericolosa,  ma anche senza andare a scomodare i nostri antenati è palese che una donna incinta o con dei figli riesca a vivere meglio con un uomo al proprio fianco.

Da questo deriva il bisogno femminile di capire se da parte maschile c’è un interesse che va oltre il solo sesso. La domanda che l’istinto femminile si pone è “Starà con me se rimarrò incinta?”.

E i preservativi? E gli anticoncezionali?

Una donna sarà sicuramente più tranquilla con queste misure, ma l’istinto di sopravvivenza (sopravvivenza sua e della prole) è così forte che anche usando anticoncezionali la dinamica dello “Starà con me se rimango incinta?” si fa spesso sentire.

Non sempre, ci mancherebbe, dipende da moltissimi fattori, ma in molti casi è così.

Quindi, cosa fare?

Come aiutare una donna a superare queste resistenze interne e godere delle gioie del sesso?

Per prima cosa è necessario specificare che la componente fondamentale è buon rapport.

Senza un buon rapport, senza aver conosciuto a fondo una donna e senza essersi fatti conoscere, senza aver dato sicurezza a una donna, è probabile che lei opponga resistenza.

“Probabile“, non sicuro, perché ci sono donne che, soprattutto in particolari fasi della loro vita, non hanno bisogno di una grande rapport per andare a letto con uomo.

Come puoi capire se una donna ha bisogno di molto rapport?

E’ una cosa che impari con l’esperienza, con l’esperienza l’istinto diventa più acuto, un istinto che comunque hai già che è quello che ti consente di dire se una donna è più o meno “facile”.

Ma a parte un buon rapport ci sono un paio di strategie utili, una da usare quando lei oppone resistenze e l’altra come prevenzione della resistenza stessa, entrambe con il fine di far sentire a proprio agio una donna in quei momenti.

Entrambe le tecniche si basano sulla stessa identica dinamica, ora te la spiego.

Una donna quando ci si avvicina al sesso prova due pulsioni contrastanti: da una parte è eccitata ma dall’altra può sentirsi sotto pressione.

Come ho detto, queste due forze sono contrastanti e vogliono cose diverse, una parte di lei vorrebbe lasciarsi andare e godere delle gioie del sesso, l’altra vorrebbe fermarsi.

Come comportarsi quindi?

Un modo molto efficace di aiutare una donna a superare i suoi blocchi mentali è quello di togliere pressione da lei, togliere pressione per farla sentire a proprio agio.

Una donna si sente sotto pressione perché sa che tu vuoi fare sesso: la cosa che capita più di frequente è che l’uomo continui a spingere per fare sesso, la pressione aumenti e in lei scatti il blocco.

Quindi, una strategia efficace è quella di togliere pressione da lei.

Cosa fare nella pratica?

Ci sono due modi:

1. Togliere pressione al momento del blocco

State ad esempio facendo petting, fai per andare oltre e lei ti blocca, magari ci riprovi e lei ti blocca ancora.

Una cosa che puoi fare a questo punto è smettere di fare petting, in questo modo succede che:

  • Da una parte togli pressione su di lei
  • Dall’altra le fai mancare per un attimo qualche cosa di gradevole

Ovviamente devi farlo senza il minimo segno che indichi che te la sei presa, non avresti alcun motivo per prendertela e sarebbe solo controproducente.

Cosa accadrà a questo punto?

Lei molto probabilmente sentirà che non c’è più pressione su di lei e allo stesso tempo vorrà ritornare allo stato piacevole in cui era prima (in questo caso il petting) e quindi farà lei la mossa (o per lo meno ti farà capire che puoi continuare) per ricominciare a fare ciò che stavate facendo.

Quindi sarà lei a darti il via libera e questo è esattamente il momento giusto per passare oltre e dirigere le cose verso il sesso.

In altri termini la fai sentire a proprio agio, la dinamica non sarà più TU FAI PRESSIONE PER IL SESSO – LEI SENTE LA PRESSIONE – LEI BLOCCA IL TUTTO, ma sarà LEI TI CERCA, TI DA’ IL VIA LIBERA E TU NON FAI ALTRO CHE SEGUIRLO.

E’ un po’ come essere accolto 🙂 .

2. Togliere pressione preventivamente

Lo scenario è questo: siete in un luogo isolato, le cose si scaldano e di solito a questo punto l’uomo spinge per fare sesso.

Ma invece tu cosa fai dopo averla eccitata?

Fermi il tutto, tra il serio e lo scherzoso, con una scusa, ad esempio con “E ora dormiamo“, abbracciandola e mettendoti nella posizione per dormire. 🙂

E’ una situazione divertente, ma soprattutto in questo modo non segui la solita routine del mettere pressione per fare sesso che spesso finisce con lei che si blocca.

In questo modo infatti rompi la routine e lei si ritrova eccitata a volere di più, ma senza la pressione per dire di no. 😉

Quindi, cosa capita spesso?

Capita che lei ti dia un chiaro segnale per ricominciare e quindi a quel punto sarà lei che ti dà il via libera per continuare.

Questa strategia è una bomba ragazzi ed è impagabile vedere le facce delle ragazze quando, ad un certo punto, smetti di baciarla e dici “Ora dormiamo” 🙂 .

Sì lo so, sono un po’ matto, che ci volete fare?