Attrazione sessuale: 3 modi per generarla in una donna

Molti uomini quando si tratta di  come generare attrazione sessuale in una donna entrano spesso nel panico.

La cosa divertente è che nella maggior parte dei casi questi uomini hanno già attirato l’interesse di una ragazza. Infatti più si avvicinano alla conquista e più sentono l’ansia salire, rimangono così bloccati rovinando il tutto.

So che sembra incredibile ma succede a tantissimi bravi ragazzi,  e c’è un motivo ben preciso.

Ci sono passato anch’io più e più volte, te lo garantisco…

Avevo attirato l’attenzione di una ragazza, lei mi lanciava segnali e sembrava coinvolta. Quello sarebbe dovuto essere il momento perfetto per chiedere qualcosa da lei come un’uscita, isolarsi assieme io e lei o provare a baciarla.

E invece rimanevo pietrificato, facendo sì che le cose non portassero più da nessuna parte e di conseguenza perdendo il suo interesse nei miei confronti.

attrazione-sessuale

Come comportarsi per generare attrazione sessuale

Come mio solito ti elencherò prima i modi più efficaci e poi ti spiegherò la mentalità corretta che ti serve assolutamente se vuoi portarti una donna a letto.

1. Fai contatto fisico

Sì, lo so. Questo consiglio lo trovi in tantissimi articoli e ne avrai già la nausea, ma la verità è che molti uomini si dimenticano di fare contatto fisico con una donna, semplicemente perché si perdono tra le tante cose da fare oppure perché la trovano una cosa “fastidiosa” perché sanno che è un modo più intimo di comunicare e che potrebbe generare in lei una reazione non positiva.

Ma la verità è che il contatto fisico è uno dei modi più potenti che conosco per portare avanti una conversazione in senso sessuale.

Il contatto fisico è anche un modo per testare una ragazza: cosa intendo per testare? Intendo verificare se EFFETTIVAMENTE il suo interesse è alto.

Infatti se tu tocchi una donna e lei ti lascia fare e ricambia: bene! Hai verificato che il suo interesse è alto.

Se invece si allontana e mostra che non apprezza: bene! Hai verificato che non è molto interessata a te e hai risparmiato tempo.

Ricorda che il tuo obiettivo è capire se lei è davvero interessata o no, e un modo per farlo è testarla attraverso il contatto fisico.

Nelle Tecniche di Seduzione Avanzate trovi una sequenza per procedere in modo perfetto con il contatto fisico.

2. Sessualizzala

Un ottimo modo per provocare una donna è quella di sessualizzarla, ovvero mettere in luce il fatto che sia anche un essere sessuale.

Per farti un esempio potresti lanciarle delle frecciatine sul fatto che lei è brava a letto e che potrebbe darti molto piacere. Oppure che ha un bel corpo o un bel seno. Oppure che ha una voce calda e sexy.

Insomma il segreto qui é imparare a vederla come un essere sessuale.

No, ti assicuro che non si sentirà offesa: anche lei come te ha voglia di fare sesso e di godere, è pur sempre un essere umano, quindi ti assicuro che non ti prenderai schiaffi di nessun tipo (a meno che non hai a che fare con una psicopatica :-))

3. Guidala

So che questo potrebbe confondere molti uomini, così come aveva confuso me ai tempi.

Il fatto è questo: alle donne piace essere guidate, nella seduzione più di ogni altra cosa.

Ti faccio degli esempi:

  • Dille che la vuoi vedere un giorno per un caffè (senza chiedere)
  • Dille che la trovi sexy e che la vuoi vedere nuda (stiamo parlando di generare attrazione sessuale o no? :-))

Quello che importa è che sia presentata come un comando assertivo.

Le donne impazziscono per gli uomini che le guidano, mentre invece non provano piacere ad avere a che fare con uomini che cercano di dare a loro la guida cercando di chiedere loro il permesso per qualsiasi cosa.

Immagina di stare danzando con una donna. Quando si danza l’uomo è quello che guida e la donna è quella che segue. Te lo diranno quasi in tutti i balli (io ne faccio tre e in tutti e tre mi han detto la stessa cosa): se l’uomo non sa guidare dando dei segnali chiari il ballo diventa difficoltoso e frustrante per entrambi, idem se la donna non segue.

Nel ballo però ci si avvicina e ci si allontana: l’uomo si adatta alla donna e la donna si adatta all’uomo così da creare assieme una sintonia.

Ecco questo è lo spirito per poter guidare una donna.

Quando tu dici a una donna cosa fare le stai dando un input e al tempo stesso stai verificando se lei segue la tua guida. E se lo fa vuol dire che puoi proseguire con la tua interazione e avanzare di livello.

Se vuoi più informazioni sul guidare una donna nella seduzione puoi leggere questo articolo.

Perché gli uomini non riescono a generare attrazione sessuale in una donna

Sto per condividere con te delle informazioni preziose che non troverai in giro. Infatti per anni ho provato vari modi per creare attrazione sessuale in una donna senza mai avere un grande successo.

Il motivo non era perché le informazioni erano “sbagliate” ma perché non andavano a colpire quello che veramente ti impedisce di generare attrazione sessuale in una donna: la tua mente e le tue paure.

Quando vuoi generare attrazione sessuale in una donna, ci sono diverse paure che fanno sì che la tua mente crei delle credenze distorte su di loro, sul mondo e sulle donne. In questo articolo ti parlerò delle tre più importanti. Così che tu possa acquisire maggiore consapevolezza di te.

1. Paura del successo

Scrivo su questo sito da anni e ritengo che abbiamo dato agli uomini un numero vasto di informazioni per poter conquistare una donna. Eppure tutti i giorni nei commenti mi ritrovo a che fare con ragazzi che non osano lanciarsi, provare, sperimentare le conoscenze per conquistare una donna.

Una delle più grandi paure che questi uomini hanno è quella di avere successo con le ragazze.

Questo perché la mente non vuole che si generino situazioni nuove che ritiene di non saper fronteggiare.

Ti faccio un esempio per capirci meglio: hai appena conosciuto una donna bellissima che prova attrazione sessuale per te. Le scrivi, lei ti risponde, ti vuole vedere, ti vuole frequentare.

Se non hai già avuto modo di abituarti a una situazione del genere ti sentirai molto probabilmente in preda all’ansia. Avrai paura della nuova situazione che non sai gestire e di conseguenza cercherai più o meno inconsciamente di generare dei muri tra te e lei o dei modi di fare che la portino ad allontanarsi.

La tua mente infatti ti griderà cose come:

  • “È troppo bella per me”
  • “Una così è solo interessata ai soldi, che cavolo ci fa con me???
  • “Sicuramente è piena di uomini e non aspetta altro per tradirti”
  • “Si vuole solo divertire con te e prendermi in giro”
  • ecc. ecc.

Il successo fa paura. Fa paura intraprendere strade nuove, trovarsi in situazioni nuove. E per la mente, che odia stare in uno stato di ansia/paura è normale adoperare strategie per farti evitare questo stress.

Come si risolve? Purtroppo non c’è una bacchetta magica, c’è una presa di consapevolezza che devi fare.

Quando la tua mente comincia a vorticare con mille pensieri la cosa migliore da fare è fermarsi un attimo e chiedersi cosa c’è dietro a tutto questo vorticare e al tempo stesso osservare in modo distaccato questi pensieri. E quando avrai capito che è paura del successo, non dare ascolto ai tuoi pensieri e vai avanti per la tua strada. Il segreto qui è agire a ignorando le paure, infatti la paura non riflette la realtà oggettiva delle cose ma solo la tua percezione di essa.

2. Attaccamento al risultato

Questa le batte tutte!

Penso che il 90% degli uomini che mi scrive ha un forte attaccamento al risultato.

Cosa intendo per attaccamento al risultato?

Il voler controllare quello che ci succede e questo porta a insicurezza e frustrazione nel caso il risultato non sia quello voluto.

Probabilmente penserai: “Ma se non possiamo fare in modo di cambiare le cose cosa ci stiamo a fare qui??”.

Certamente bisogna impegnarsi per far cambiare le cose, ma distaccarsi il più possibile dal risultato, altrimenti ogni piccolo normale fallimento che troverai lungo il cammino saranno dei macigni.

Una volta lessi una frase che diceva:

“Cambia quello che puoi cambiare e accetta quello che non puoi cambiare”

Quindi va benissimo migliorare, osare, espandere la propria zona comfort, non va bene attaccarsi al risultato e sforzarsi di fare in modo che le cose vadano come vorresti che vadano.

La vita è imprevedibile, le relazioni anche, le relazioni con le donne ancora di più. Non puoi controllare quello che ti succede.

Impara quindi ad esporti ma accetta il fatto che non tutto dipende da te.

Il segreto qui è mettersi nella situazione più favorevole in cui delle cose interessanti possono succedere senza che tu debba “sforzarti”. Come ad esempio quando vai ad approcciare una ragazza.

3. Paura del rifiuto

La paura del rifiuto è una delle paure più grandi. Il fatto è che molti uomini hanno internalizzato la credenza di non essere all’altezza di una donna oppure che a loro “manchi qualcosa” per potere avere una donna.

Per loro è una conferma del fatto che hanno sbagliato o che sono sbagliati.

Per questo motivo hanno così tanto paura del rifiuto. Lo vedono come un giudizio sul valore della loro persona (per esempio l’essere bollati come dei perdenti).

Ma la verità è che dietro un rifiuto ci possono essere mille motivi. Lei può essere fidanzata, può essere che sia arrabbiata, infastidita o che abbia pienamente frainteso sul tipo di persona che sei tu traendo conclusioni sbagliate su elementi che non c’entrano niente. Può essere che abbia avuto esperienze pessime in passato di approccio, può essere che ha paura di affrontare la situazione, può essere mille cose…

E da qui si può benissimo capire che il rifiuto non dice niente su di te, ma solo su di lei.

Esatto. Tu non c’entri, tu sei solo un input ma tutta l’elaborazione che l’ha portata a rifiutarti l’ha fatta lei, con i suoi mille pensieri giusti o sbagliati, reali o distorti.

Per superare l’ansia del rifiuto la miglior cosa è consapevolmente esporsi al rifiuto stesso. Solo in questo modo puoi toccare con mano che non è nulla di cui temere.

Anzi, prova la prossima volta che esci con gli amici di fare una competizione su chi più tra voi prende rifiuti. Metti un premio in palio, divertiti nel farlo. Non ve ne pentirete.

Io l’ho fatta ai miei tempi e molto spesso non riuscivo a vincere, perché più mi esponevo dicendo di tutto e di più e più avevo successo.

Vai dalle donne e chiedile di uscire con te. Probabilmente ti diranno no: esatto! Questo è quello che devi fare. Ottenere il suo rifiuto. Così da verificare che non è nulla di cui temere.

Niko