E’ più facile conquistare una donna che ti piace molto o una che ti piace poco?

Bella domanda eh?

Quando hai davanti una donna che ti piace molto, le tue capacità seduttive migliorano o peggiorano?

E quando invece lei ti piace poco, riesci a conquistarla con più facilità?

E’ un discorso un po’ complesso, una questione nella quale giocano molte variabili. E’ quindi possibile delinerare una casistica generale, ma ci sono le dovute eccezioni.

Prendiamo un uomo che non ci sa fare con le donne, il classico uomo che si inzerbinisce davanti a una bella donna.

Di solito, nella maggior parte dei casi, quando si trova davanti una donna che gli piace molto farà lo zerbino e quindi non riuscirà ad attrarla, quando invece si trova davanti una donna che gli piace meno, non esprimerà troppo interesse e quindi riuscirà ad attrarrla con più facilità.

Ma… è solo una questione di quantità di interesse mostrato?

Assolutamente no, la quantità di interesse mostrato è una variabile, ma un’altra è la qualità dell’interesse mostrato, cioè il fatto che sia o che non sia comunicato con energia maschile.

Questo è possibile notarlo nelle persone che imparano la seduzione, o che comuque, seguendo un percorso consapevole o inconsapevole, imparano progressivamente ad esprimere la propria energia maschile con le donne.

Prendiamo un nome a caso per fare un esempio: Alessandro, soprannome Ale 🙂 .

Ale è un incapace con le donne, non è capace di esprimere la propria energia maschile, soprattutto con le donne che gli piacciono veramente con le quali finisce spesso a fare lo zerbino.

Quindi in questo caso la sua seduzione va:

  • Male con le donne che gli piacciono molto
  • Bene con le donne che gli piacciono meno

Ale però decide di migliorarsi, si impegna, legge SeduzioneAttrazione ;-), fa pratica, inizia ad approcciare e rimorchiare, e impara ad esprimere più energia maschile.

Man mano che avanza nel suo cammino di miglioramento seduttivo avvengono molti cambiamenti, molti dei quali sono sottili e Ale non se ne rende conto, fino a quando non inizia a notare qualche cosa di strano.

Ad un certo punto nota una dinamica che lo colpisce: con le donne che gli piacciono poco la sua seduzione non è il massimo, mentre con le donne che gli piacciono veramente è veramente bravo.

Gli sembra quasi impossibile all’inizio, ma più ci pensa più si rende conto che le sensazioni che prova quando parla con una ragazza che gli piace poco sono completamente diverse dalle sensazione che prova con le donne che lo fanno impazzire. Con queste ultime riesce a tirare fuori il meglio di sé senza alcuno sforzo.

Qual è il meccanismo che regola tutto ciò?

Il seguente: se riesci ad esprimere la tua energia maschile e ti trovi davanti una donna che ti fa impazzire, la sola presenza di lei riesce a far in modo che la tua energia maschile si esprima ancora meglio, e quindi riesci a conquistarla con più facilità.

Cosa ti dico spesso riguardo ai bisogni?

Ti dico: non vergognarti dei tuoi desideri e bisogni sessuali.

Ad un certo punto del tuo processo di miglioramento seduttivo il trovarti davanti una donna stupenda (stupenda per te) aumenterà esponenzialmente i tuoi desideri verso di lei, aumenterà la tua energia maschile espressa in quel momento e riuscirai con più facilità ad attrarla.

Se invece incontri una donna che ti piace meno… farai più fatica! Strano eh? Non tanto strano, il motivo è uno solo.

Quando migliori nella seduzione, lasciatelo dire, i tuoi gusti cambiano. Inizi a non accontentarti più, non sei più attratto dalla mediocrità, vuoi il massimo in bellezza, intelligenza e femminilità.

Non ti accontenti più di quelle ragazze appartate e un po’ intristite che bevono all’angolo del bar, vuoi la più bella (per te), quella che ti fa impazzire.

Lei, e solo lei, in quel momento riesce a farti esprimere al meglio la tua energia maschile, mentre davanti a una donna che ti piace meno beh… sarai demotivato, i tuoi desideri non si accenderanno, e non riuscirai a conquistarla.

O meglio… ci riuscirai, fingendo un maggiore interesse di quello che provi, non è poi così difficile… ma non sarà ciò che vorrai.

Quindi, è particolare notare come le dinamiche si ribaltino mano a mano che migliori. Le ragazze che prima riuscivano a metterti in ginocchio diventano le uniche che sei veramente motivato a conquistare, e le uniche che riescono a farti esprimere la tua energia maschile.

Reborn