Galanteria: 8 gesti galanti che dovresti usare ancora (ma senza esagerare)

La galanteria è utile quando ci provi con una donna?

I gesti galanti sono totalmente superati o alcuni sono ancora vivi e vegeti? 🙂

Come mostro bene nel Report Gratuito Seduzione: i 37 errori più comuni e nell’articolo sulla galanteria e la seduzione, la galanteria può essere utile nella seduzione, ma può anche essere dannosa.

Galanteria e seduzione

Riassumendo diciamo che:

  1. Se la usi prima che lei percepisca che sei diverso dagli altri (che non sei il solito zerbino) può essere dannosa perché ti fa passare per la solita persona che vuole elemosinare attenzioni (appunto: lo zerbino)
  2. Se la usi dopo che si è creato anche un minimo interesse, può farti guadagnare qualche punto
  3. Molto dipende anche dal tipo di gesto: una cosa è aprire la portiera dell’auto, alzarsi per salutare se sei seduto, sono gesti molto diversi con significati diversi, il primo è molto galante, il secondo è semplice cortesia
  4. In ogni caso, non pensare che sia quello che fa la differenza nella seduzione, può darti qualche punto in più o in meno, ma niente di più

Detto questo però il concetto molto semplice che ti consiglio di seguire è il seguente…

Ci sono dei gesti che, se fatti con sicurezza ed energia maschile, vanno benissimo, perché sono semplici gesti di cortesia e galanteria di base che si possono mettere in atto con qualunque donna, sia con le amiche che con le ragazze con cui ci stai provando.

Quali sono questi gesti?

Eccoli qui…

Per strada e nei luoghi pubblicigalanteria gesti galanti

1. Marciapiede

State camminando e il marciapiede è stretto per due persone: che si fa?

Ovviamente farai salire lei sul marciapiede, soprattutto se ci sono automobili che passano sulla strada. Questo, tra l’altro, è un segno di protezione.

2. Se lei ha i tacchi…

Questo ammetto che lo sbaglio sempre :-). Il punto è: noi uomini non abbiamo idea di come sia camminare con 10cm ti tacco, ma deve sicuramente essere scomodo e difficile!

Quando stai camminando con una donna nota se ha i tacchi alti, se li ha non avere un passo troppo affrettato, sopratutto se la strada è fatta a ciotoli o a porfido.

Un’altra cosa da fare è offrire il proprio braccio per andare a braccetto, questo aiuterà la sua stabilità se i tacchi sono molto alti e la strada dissestata.

3. Andare a prenderla e riportarla a casa

A seconda del grado di conoscenza, delle zone in cui abitate, dell’ora, del tipo di città e dal tipo di mezzi pubblici, puoi decidere se andare a prenderla a casa in auto, o a piedi se abiti vicino, oppure se sia meglio trovarsi da qualche parte.

Ti faccio alcuni esempi:

  • se abiti in due zone opposte di una una grande città ed è giorno, è più furbo che vi incontriate in un luogo prestabilito in centro, magari a metà strada
  • se abitate in provincia invece molto spesso la cosa migliore sarà andarla a prendere

Cosa più importante è il riportarla a casa quando è sera / notte. Per motivi di sicurezza, anche se abiti in zone sicure, è sempre meglio accompagnarla a casa e aspettare che sia entrata definitivamente nel portone prima di andartene.

4. Aprire le porte

Questa è una cosa su cui si fa sempre confusione, funziona così:

  • Se stai uscendo da un locale: apri la porta e lasci passare lei
  • Se stai entrando in un logo conosciuto (es. casa tua o casa di amici): apri la porta e lasci passare lei
  • Se invece state entrando in un logo sconosciuto: apri la porta, entri prima tu, e tenendo aperta la porta lasci entrare lei

Perché questa differenza?

L’origine è ovviamente cavalleresca . Prima di far entrare una donna in un locale sconosciuto è meglio controllare che non ci siano “uomini di malfatta, plebaglia, e briganti puzzolenti,pronti ad attaccar briga e importunar la giovane pulzella” 🙂 .

Insomma, era una questione di sicurezza personale. Ora non lo è più, ma il gesto è rimasto.

E per la porta dell’automobile?

Secondo me il gesto è superato, il consiglio se proprio vuoi farlo è compiere il gesto con aria scherzosa.

A tavola

5. Versare

La buona educazione vuole che sia tu a versare l’acqua e il vino nel suo bicchiere.

Diciamo che ormai secondo me è carino che sia tu a versare almeno il primo giro, poi per gli altri se ti dimentichi non succede nulla. 🙂

6. Ordinare

La buona educazione, e il controllo della situazione (leggi: piccolo gesto di leadership) vuol che sia tu a ordinare per entrambi.

Come fai? Semplicissimo: le chiedi cosa prendere e dopo ordini al cameriere per entrambi.

7. Educazione di base

In generale ormai a tavola basta l’educazione di base, significa semplicemente il mangiare in maniera composta e non come un cavernicolo, nella pratica:

  • Il cibo va alla bocca, non la bocca al cibo! Stai diritto e non piegarti arrivando a 10 cm dal piatto. Il cibo arriva poco vicino alla bocca e poi, a quel punto, ti puoi piegare un po’ per mangiarlo, ma sono sicuro che già lo fai giusto
  • Mangia con calma e non avventarti sul cibo come un leone affamato, mangia ad una velocità che ti consenta di tenere viva la conversazione
  • Pizza: si mangia usando coltello e forchetta, se vuoi usare le mani ricorda di farlo per piccoli pezzi, non spicchi giganteschi che fanno cadere mozzarella e ingredienti vari

8. Da seduto: alzati per salutare

Questo va fatto sia verso gli uomini che verso le donne.

Se sei seduto, al bar, al ristorante o al lavoro, e arriva qualcuno, soprattutto se nuovo e non lo conosci, dovresti alzarti per salutarlo (quindi non rimanere seduto, è molto maleducato con persone nuove.)

Accorgimenti finali sui gesti galanti

Prima di terminare vorrei farti notare alcune cosa da tenere a mente:

  1. Come già detto, le cose importanti nel sedurre una donna sono altre, quindi non fissarti troppo su questi gesti, allo stesso tempo tenerli a mente non costa nulla 🙂
  2. Valuta la situazione, mangiare una pizza in una bettola in mezzo alla periferia non è come cenare in un bel ristorante di classe in pieno cnetro storico
  3. Valuta la donna con cui sei: cosa vuole? Ci sono donne a cui non può fregare di meno di queste cose e donne a cui importa molto

Infine: divertiti nel farli e non pensarci troppo, Cavaliere! 🙂

Marco

P.S. Se l’articolo ti è sembrato interessante ti consiglio anche di leggere l’articolo: 4 (e +) piccole cose che è bello che un uomo sappia fare.

Galanteria: 8 gesti galanti che dovresti usare ancora (ma senza esagerare)

Video riassunto

Guarda il video riassunto dell'articolo, letto da una persona del nostro staff.