Il miglioramento personale è masturbazione, l’autodistruzione invece…

E’ importante capire uno dei presupposti fondamentali su cui si basano gli insegnamenti di SeduzioneAttrazione.

Uno di questi si può esplicitare con una frase tratta dal film Fight Club, in cui ad un certo punto Tyler Durden dice: “Il miglioramento persona è masturbazione, l’autodistruzione invece…“.

Cosa significa nell’ottica della seduzione naturale? Nell’ottica della vera seduzione naturale?

Qualcuno potrebbe erroneamente pensare che studiare seduzione significhi solamente imparare una serie di tecniche, una serie di modi di fare, di modalità di comportamento.

Quella invece è solo la superficie, perché in realtà le tecniche di seduzione naturale funzionano in quanto sono modalità espressive della tua energia maschile.

La tecnica di seduzione non è quindi il fine, ma il mezzo, il mezzo che permette a ciò che hai dentro di esprimersi.

Questo è un radicale cambiamento di prospettiva rispetto al semplice imparare dei modi di fare.

Perché? E perché è così importante e continuo a sottolinearlo?

Mi preme sottolinearlo perché quando realizzi che lo sviluppo seduttivo è in realtà un processo di autodistruzione, cambia il tuo modo di vedere le cose.

Realizzi infatti che hai già dentro di te tutto quello che ti serve, hai già le risorse necessarie, devi solo trovare il modo di esprimerle.

La tecniche servono a questo e servono quindi a lasciar andare gli strati della tua personalità che bloccano la tue energia maschile.

In questo senso lo sviluppo seduttivo è autodistruzione, autodistruzione di tutta quella merda che ci hanno infilato in testa, tutte le credenze che bloccano il nostro agire, tutte le scorie emotive che ci portiamo dietro.

Tutto quello che ti serve è dentro di te, la seduzione naturale è solamente un modo di tirarlo fuori.

Ma ad alcuni questo potrebbe sembrare un discorso motivazionale senza basi solide.

E invece ti posso mostrare come questo sia corretto, come in realtà le risorse che cerchi sia già dentro di te.

Pensa a una situazione che vuoi migliorare e immergiti in essa.

Ce l’hai? Bene.

Ora pensa a una situazione in cui invece ti sei sentito bene, in cui queste cose non esistevano, in cui ti sentivi da favola.

Ora, trasferisci il modo in cui ti sentivi quando stavi bene nel momento in cui hai una difficoltà che vuoi migliorare.

Come cambia la tua percezione della cosa?

Con questo semplicissimo esercizio ti ho mostrato come io in realtà non ti abbia insegnato nulla, non ti ho insegnato cosa fare per affrontare la situazione che vuoi risolvere, ti ho invece mostrato come risorse che hai già debbano solo essere espresse in modo diverso e in situazioni diverse.

Quindi ripeto: tutto quello che ti serve è già dentro di te.

Marco

(alias Reborn)