Come riconnettersi con la propria energia maschile attraverso la domanda più potente

Nella vita di ogni giorno siamo continuamente bombardati da una tale quantità di stimoli da confonderci.

Ma nella seduzione invece?

Un uomo che non ci sa fare con le donne, nel momento in cui si trova a dover darsi da fare, si scopre pieno di seghe mentali date dalle sue paure e insicurezze.

Il suo cervello è quindi pieno di dinamiche negative che bloccano il suo agire, o lo fanno agire nel mondo
più cauto possibile, che spesso è quello sbagliato.

Ma un uomo che inizia a studiare la seduzione? Cosa succede in lui?

Quando una persona inizia a studiare la seduzione a subito un miglioramento repentino, ma successivamente può capitare che si focalizzi troppo sulle tecniche che deve usare e troppo poco sul godersi la seduzione, in questo modo il suo cervello si riempie di nuovo di pensieri.

Questa situazione rende la seduzione poco efficace perché macchinosa, ma ci sono diverse soluzioni in merito.

Di alcune abbiamo già parlato in articoli precedenti del Gruppo Premium, ora invece ne vedremo una nuova.

La nuova soluzione è una domanda, una domanda da porsi per zittire tutte le vocine interne.

Non solo, questa domanda è utile in tutti i campi della vita, nei momenti di confusione e di poca voglia di fare.

Quindi, qual è questa domanda e perché funziona?

Per raggiungere lo scopo ti serve una domanda che riesca a riconnetterti con la tua energia maschile.

Perché?

Perché l’energia maschile è così potente e antica dentro di te da riuscire a scacciare tutte le altre seghe mentali puramente razionali e astratte.

Puoi immaginarla come un coltello che passa da parte a parte tutte le tue insicurezze e le tue paure, e più fai in modo di riconnettersi con l’energia maschile e usare qesto “coltello”, più le tue paure e le tue seghe mentali si dissolveranno.

Un metodo per connetterti con la tua energia maschile è quindi porti la seguente domanda, una domanda di una semplicità sconcertante: