27 punti per uscire dal flusso della società di oggi e riprendersi la propria vita

La società di oggi ci regala un mondo fantastico:

  • conoscenza gratuita istantanea grazie ad internet
  • comunicazioni mondiali a costi bassissimi
  • possibilità di viaggiare con facilità
  • libertà di parola, di pensiero, di religione
  • istruzione a costi ridotti
  • sicurezza pubblica

Qualunque cosa tu possa pensare del mondo di oggi, chi viveva anche solo cent’anni fa non aveva le cose elencate sopra, e non è poco.

Libertà, conoscenza, comunicazione, non sono dati ma sono frutti di scoperte, sudore e lotta.

Se chiedi a me, ti dirò che viviamo in un mondo fantastico, certo, ovviamente ha i suoi lati oscuri, ma prova tu a vivere nel medioevo per un giorno e poi mi dici se ora non siamo fortunati.

Siamo così fortunati che spesso ci dimentichiamo le cose veramente importanti, ci troviamo sospinti nel flusso veloce e incessante della società di oggi, e siamo sempre un po’ preoccupati, indaffarati, e scontenti.

Vuoi una fotografia del verso in cui sta andando la società di oggi? Guarda qualunque film in cui si parla di Manhattan, New York.

Uomini e donne superimpegnati che non hanno tempo per loro, per gli amici, per i figli; cibo spazzatura, lotta di classe, forti ineguaglianze sociali, stress e ansia.

Purtoppo è sempre più facile farsi trascinare e perdersi nel flusso di questa società che, da un certo punto di vista, ci vuole sempre più:

  • Stressati e ansiosi
  • Lavoratori incalliti
  • Consumatori

Ogni tanto guardo tutte queste persone che corrono, corrono, corrono… e mi chiedo: “Ma dove cavolo stanno andando?”.

Corri, corri, guadagna per comprare il nuovo modello di cellulare, l’auto che non ti puoi permettere, corri per non avere il tempo di guardare tua moglie che non ti sorride più, corri così vedrai sempre meno spesso i tuoi amici, i tuoi genitori, i tuoi figli, perché non c’è tempo per loro.

Ma tanto che te ne frega, quando hai un SUV da 10 metri che paghi a rate fino al 2099? 🙂

No ragazzi, ogni tanto, al giorno d’oggi, conviene fare un passo indietro, respirare, calmarsi, e guardare le cose come stanno.

Scrivo quindi ciò che reputo un manifesto del vivere bene al giorno d’oggi e non perdersi nel correre odierno. Sarò piuttosto duro ogni tanto, lo faccio per colpire e far pensare.

1. Se tutti fanno una cosa, non vuol dire che sia giusta, anzi, spesso è proprio il contrario

2. “Le cose che possiedi finiscono per possederti” (cit. Fight Club); compra ciò che vuoi se ti piace, comprati una bella auto se vuoi, comprati un bel vestito, fai benissimo, ma non se è un modo di coprire insicurezze, non puoi curare il tuo male di vivere per un mucchio di cavalli in più sotto al culo, non puoi nascondere ciò che sei dietro a un vestito firmato

3. Se sei uno sfigato l’ultimo modello di SmartPhone da 1.000 euro non ti rende più figo, ti rende solo uno sfigato con meno soldi in tasca, se lo fai perché in fondo pensi di impressionare e conquistare una donna beh… che diavolo ci fai su questo sito!?!?

4. Il tempo può servire per guadagnare denaro, ma con il denaro non puoi ricomprarti il tempo, più invecchi più lo capisci

5. Scrivere su facebook il tuo stato ogni 5 minuti mi fa solo capire quanto tu ti senta solo

6. Se preferisci un sms al parlare con una persona c’è qualche problema che va risolto

7. Se giochi con il cellulare o mandi sms quando sei fuori con gli amici la prossima volta te ne puoi stare a casa

8. Non mi interessa la tua maschera sociale costruita in anni di pratica costante, mi interessa chi sei veramente

9. Tu non sei la tua professione, non sei un operaio, non sei un negoziante, non sei un imprenditore, non sai un avvocato, FAI queste cose, spero che tu ti consideri molti di più della tua professione.

10. Se siamo tra amici e continui a sottindendere la tua posizione sociale usando un linguaggio di lavoro puoi anche smettere di parlare

11. Se sei socialmente importante e non lo fai vedere o se non sei nessuno e non te ne preoccupi, sei molto più felice della maggior parte delle persone

12. Sorridi, spesso basta quello

13. Quando un uomo è felice, tutto il resto sono “cose in più”, che ci possono essere, ma non sono fondamentali

14. Guardare la televisione è la più grossa perdita di tempo nella storia del genere umano, se vuoi guardare ogni tanto qualche cosa che ti piace va bene, più di questo stai buttando via la tua vita

15. Controllare facebook e e-mail ogni mezz’ora è la più grossa perdita di concentrazione e di tempo di questi anni

16. Ogni tanto fermati, chiudi gli occhi, senti il tuo corpo e spegni il cervello

17. Mangiare non è un mezzo per raggiungere un fine, è un momento di piacere e socialità

18. Per quanto tu pensi che i tuoi problemi siano più grossi di quelli degli altri, sappi che tutti gli altri pensano la stessa cosa dei loro

19. Per quanto tu pensi di aver ragione su come la pensi, ricordati che 7 miliardi di abitanti la pensano alla stessa maniera

20. Per quanti problemi tu possa avere ricorda che buona parte del mondo vive sotto la soglia di povertà, pensaci prima di lamentarti

21. Fare 10 cose alla volta ti fa fare tutto male

22. Se pensi che comprarti una bella auto e tenerla per 5 anni sia più bello di un secondo di sorriso della tua donna, di un tuo amico, di un bambino, allora sei già morto

23. Vedere le cose attorno a te non significa guardarle, sentire non vuol dire ascoltare, parlare non vuol dire comunicare, inizia a guardare anche il semplice tragitto che fai andando al lavoro, inizia ad ascoltare gli altri dandogli tutta la tua attenzione, inizia a comunicare invece che parlare per sentire la tua voce

24. Quando ti arrabbi con qualcuno ricordati sempre che ciò che ci infastidisce negli altri è ciò che ci fa paura in noi

25. Per quanto tu possa avere, correre, chattare, parlare al telefono, parlare su facebook, usare twitter, videochiamare su skype, ricordati sempre che nulla potrà mai sostituire il rapporto faccia a faccia tra due persone

26. Se hai letto questo articolo troppo di fretta allora fermati e rileggilo

27. Ogni tanto prova a uscire di casa senza cellulare, senza smartphone, senza orologio, senza computer, senza auto, fatti due passi e abbi consapevolezza di come ti senti; se ti senti perso sappi che capita a molti, ed è un segno che è tempo di riprenderti il tuo io.

Marco

P.S. Se vuoi un metodo pratico per creare la TUA strada nella vita con energia maschile, clicca qui e ti mostro come fare.

27 punti per uscire dal flusso della società di oggi e riprendersi la propria vita

Video riassunto

Guarda il video riassunto dell'articolo, letto da una persona del nostro staff.