Energia maschile e tecnica del “come se”: una tecnica psicologica potentissima

Noi tutti viviamo di autoinganni, la nostra mappa del mondo non è il mondo.

Viviamo di presupposizioni che riteniamo vere, anche se non ne abbiamo le prove.

Ti faccio subito un esempio: sei seduto in una stanza leggendo questo articolo, ad un certo punto decidi di alzarti per andare in un’altra stanza.

Per compiere questa azione parti dal presupposto che l’altra stanza ci sia ancora, o no?

Sembra assurdo lo so, ma in realtà tu non hai le prove che l’altra stanza ci sia ancora, è probabile che ci sia, ma non ne puoi essere sicuro.

Per compiere l’azione parti anche da tantissimi altri presupposti: che tu riesca ancora a camminare, ad esempio.

Se leggi questo articolo parti dal precupposto che ci sia una cosa chiamata “linguaggio” che ci permette di comunicare, che le parole che scrivo abbiano lo stesso significato sia per me che per te.

Insomma, viviamo di presupposti ritenuti veri, viviamo grazie a degli autoinganni, non percepiamo la realtà per come è.

Ma autoinganni non è un termine negativo, anzi, un autoingano può essere sia positivo che negativo.

Un autoinganno negativo potrebbe essere un paura, ad esempio la paura dei piccioni, diffusa tra l’altro soprattutto nelle donne.

So che stai già pensando a delle battute con parlano di donne che temono gli uccelli 🙂 , ma in realtà la paura dei piccioni è la paura degli aniamali più diffusa nella società occidentale, lo sapevi?

Per avere paura dei piccioni è necessario un autoinganno negativo, negativo perché è disfunzionale, l’autoinganno potrebbe essere “i piccioni sono altamente pericolosi”.

Questo è autoinganno che proprio non funziona.

Un esempio di autoinganno che funziona?

Il tuo stesso caminare per la strada presuppone delle cose che non puoi sapere se siano vere, il tuo stesso vivere la vita di tutti i giorni presuppone che tu ti stia ingannando, spesso in modo funzionale, quindi positivo.

Parliamo ancora della paura, quando vai in automobile potrebbero succedere un sacco di cose brutte, il numero di incidenti oggi è elevatissimo.

Ma per vivere e poter andare in auto non ci pensi, fingi che non questo pericolo non sia così imminente, questo è un autoinganno positivo perché ti permette di vivere.

Ma ci sono persone che hanno paura delle auto, che quindi hanno creato un autoinganno negativo.

Hai ragione tu? Hanno ragione loro? Nessuno dei due, dipende quello che funziona.

Quindi, attraverso i nostri autoinganni noi creiamo il nostro mondo, il tutto sta nello scambiare autoinganni che non funzionano con autoinganni che funzionano, e autoinganni che funzionano con autoinganni che funzionano ancora meglio.

Grazie agli autoinganni è possibile creare il proprio mondo.

La Forza, caratteristice dell’energia maschile che permette di modellare il mondo a proprio piacimento, è legata agli autoinganni e puoi usare queste cose a tuo vantaggio.