Seduzione femminile o seduzione maschile?

Oggi ti propongo un dilemma linguistico nato da questi due termini: seduzione femminile e seduzione maschile che significato hanno?

Ad esempio “seduzione femminile” significa fare colpo su una ragazza, attrarla e sedurla o al contrario si riferisce alle capacità seduttive femminili e quindi all’azione di seduzione che fanno le donne sugli uomini?

Sembra che le persone non siano assolutamente d’accordo su cosa significano “seduzione femminile” e “seduzione maschile”.

Ti avverto che questa è una sega mentale 🙂 , ma il linguaggio mi ha sempre affascinato quindi è una sega mentale che mi diverte 🙂 .

“Ei Marco ma che cavolo stai dicendo?”

Adesso ti spiego…

Seduzione femminile e seduzione maschile: il problema

Quando parlo con una donna e viene fuori il fatto che insegno seduzione, una delle domande che mi viene sempre posta è: “Insegni seduzione maschile, seduzione femminile o entrambe?”

E qui viene fuori il problema perché dalla mia esperienza ho notato che le persone hanno pareri discordanti sul significato di questi termini.

Infatti la cosa che dico dopo è: “Cosa intendi con seduzione maschile? La seduzione fatta degli uomini, quindi gli uomini come seduttori, o la seduzione degli uomini nel senso la seduzione che la donna usa sull’uomo?” , o al contrario “Cosa intendi con seduzione femminile? Le capacità seduttive femminili? O invece la seduzione delle donne, nel senso la seduzione che gli uomini usano sulle donne?”.

Qui si solito mi rispondono: E’ ovvio che seduzione femminile sia …. “ o “E’ ovvio che seduzione maschile sia…”seduzione femminile seduzione maschile

In realtà non è così ovvio dato che moltissime altre persone la pensano in modo diverso! 🙂

Quindi ti chiedo la cortesia di aiutarmi: mettiamoci d’accordo su questa cosa. 🙂

Ma prima, cerchiamo di ragionarci un momento… perché il termine “seduzione” crea questi dubbi linguistici?

Seduzione presuppone due elementi, una persone che seduce e una che viene sedotta, quindi un seduttore (o una seduttrice) e un sedotto (o una sedotta).

Detto questo gli aggettivi “maschile” e “femminile” si possono riferire:

  • al primo elemento,  quindi indicare il genere (maschile o femminile) della persona che seduce
  • al secondo elemento, quindi indicare il genere (maschile o femminile) della persona che viene sedotta

Se ci pensi in entrambi i casi ha senso, quindi come la mettiamo?!

Proviamo ed esempio a prendere una termine che, come seduzione, ha bisogno di due elementi, ad esempio il termine “comunicazione“.

Anche comunicazione ha bisogno di due elementi, una elemento che comunica (emittente) e un elemento che riceve il messaggio (ricevente); proviamo ad aggiungere gli aggettivi e vediamo cosa viene fuori?

Se ad esempio diciamo “comunicazione femminile“, non ci viene in mente la comunicazione che mandiamo alle donne, quindi “femminile” non è riferito al ricevente ma all’emittente.

Il senso che diamo a “comunicazione femminile” è “la comunicazione del sesso femminile“.

Se seguissimo questo stesso ragionamento allora “seduzione femminile” significherebbe “la seduzione fatta dalle donne” e non “la seduzione verso le donne”.

Quindi, in questo caso, in questo sito dovremmo dire che parliamo di seduzione maschile.

Questo secondo il ragionamento, ma potrei sbagliarmi… o forse è meglio vedere cosa ne pensa la maggioranza delle persone?

Hmmm… non è proprio facile questa questione non trovi?

Facciamo così: ecco un piccolo sondaggio per sapere come la pensate in merito  e ovviamente se avete commenti scriveteli pure sotto.

Fatemi sapere, dai che usciamo da questo dilemma lingustico… seduzione maschile o seduzione femminile, cosa significa cosa? 🙂

Sondaggio

[IL SONDAGGIO E’ FINITO, PUOI VEDERE I RISULTATI IN QUESTO ARTICOLO]

Marco