Giocare troppo e concludere poco: come evitare un errore comune nella seduzione

Nel percorso che fa un uomo nello studio della seduzione si possono identificare alcuni errori piuttosto comuni che commettono in molti.

Questi errori possono nascere per vari motivi, molti non se ne rendono conto ma migliorare nella seduzione è una cosa che va a incidere su tutta la psicologia di un uomo, non basta imparare due tecniche per avere successo, ma le tecniche devono agire a ritroso e cambiare internamente un uomo.

Cosa significa?

Significa che,  soprattutto se un uomo ha forti problemi con le donne, dovrà cambiare pesantemente e questo non potrà essere un cambiamento superficiale ma qualche cosa di molto profondo e sistemico.

Dicevamo quindi che ci sono una serie di errori molto comuni.

Nell’articolo di oggi andiamo a vedere qual è uno di questi errori che capita non all’inizio, quando uno comincia a studiare la seduzione, ma dopo un po’, quando si raggiunge un certo livello.

Un errore comune nella seduzione

Questo errore è veramente stupido, perché ti impedisce spesso di riuscire a concludere con ragazze già attratte.

Quando un uomo non ne sa nulla di seduzione, quando un uomo non ha successo con le donne, non gli capita spesso di flirtare vedendo segnali di interesse, non gli capita spesso di provarci con una donna e vedere che ciò che fa funziona.

Poi iniziando a migliorare vede sempre più che le donne reagiscono positivamente, vede sempre di più i segnali di interesse. Allora, come capita spesso, inizia a fare un po’ la scimmietta ballerina, quindi fa show per ricevere approvazione e segnali di interesse.

Poi se ne rende conto e inizia ad agire con più decisione, facendo meno show e andando più al sodo.

Ma, ed è una cosa comunissima, compie un altro errore: gioca troppo, flirta troppo, “fa troppo” per sedurre.

Flirta con una donna molto più del necessario, quando questa sarebbe già pronta per essere baciata da un bel pezzo. Lui non fa nulla e continua a flirtare.

Qual è il risultato?

I possibili risultati sono che lei pensi che:

  • lui sia tutto fumo e niente arrosto
  • lui non abbia le palle di provarci
  • lui stia solo scherzando e in realtà non sia attratto da lei

In ogni caso il risultato non è di certo buono, anzi va nella direzione opposta a ciò che quest’uomo vorrebbe.

La cosa assurda è che questo errore lo si fa con ragazze già attratte, ragazze che magari non lanciano palesi segnali di interesse perché sono fatte così… ma sono pronte per essere baciate!

Qual è il motivo?

Cosa causa questo errore?

Da una parte può essere causato dalla paura di prendersi un no: l’interazione sta andando bene, ti senti appagato dalle sue reazioni e hai paura di rovinare tutto.

Dall’altra parte può essere causato da qualche cosa di ancora più intimo e subdolo: una parte di te non crede che una ragazza come quella con cui ci stai provando possa essere attratta da te.

Questo capita soprattutto con le ragazze molto belle. C’è una parte di te, un pezzo della tua vecchia identità, che non crede che lei possa essere attratta e quindi spinge indietro, spinge nella direzione opposta, non vuole rischiare.

Se fai questo errore decidi ora che, con le prossime ragazze cui ci proverai, lei sarà attratta da te. Assumi che sia attratta come dato di fatto e come conseguenza spingi l’interazione più che puoi.

Ovviamente non dovrai fare sempre così, questo è un esercizio ma è importantissimo che tu lo faccia.

Ti mostra che non succede nulla se spingi un po’ di più l’interazione, se ci provi un po’ prima.

Ti fa vedere che non servono palesi segnali di interesse per baciare una donna, non ti fa aspettare troppo.

Insomma, ti fa agire di più e aspettare di meno, mi sembra più da uomini, non ti pare?